Ultim'Ora

Agricoltura. La storia dell'italoamericano Paul Cappelli. Da New York a Terlizzi per investire in olivicoltura.

Olio Villa Cappelli. (foto com.) ndr.

di Massimo Resta 

TERLIZZI (BA), 28 LUG. - Ci sono non solo gli italiani costretti ad emigrare all'estero in cerca di opportunità lavorative o di fortuna ma anche i connazionali che dopo aver trascorso tanti anni in altri Paesi del mondo decidono un bel giorno di tornare a casa per investire il denaro guadagnato nella loro terra d'origine. Come l'oggi sessantunenne Paul Cappelli, che ha lasciato New York per trasferirsi in Puglia ed investire nel settore dell'olivicoltura e dell' agriturismo. Nato a Pisa da padre pisano e madre terlizzese, all'età di sette anni emigra con la famiglia negli Stati Uniti d'America. Si stabilisce a Boston, città in cui vivevano anche altre famiglie di origini terlizzesi. Al termine del suo percorso scolastico si laurea in comunicazioni e fonda l' Ad Store, un'agenzia pubblicitaria che oggi conta ben tredici sedi in tutto il mondo e che ha curato campagne promozionali per storici marchi italiani e stranieri come Alitalia, Piaggio, Barilla e Coca Cola. Ma un bel giorno decide di ritornare in Puglia. A Terlizzi, paese di sua madre, acquista nel 2003 un Casale in stato di abbandono sull'antica Via Appia-Traiana. Lo ristruttura, trasformandolo in un villa che oggi è diventata il primo agriturismo della città dei fiori. Tre anni dopo, nel 2006, vi inpianta anche un'azienda olivicola. Dagli alberi di olivo di suo nonno materno e da altri acquistati successivamente, inizia a produrre olio. Coltiv e raccoglie pregiate olive, che vengono trasformate in olio extravergine da un frantoio locale. Crea il marchio Villa Cappelli ed inizia a vendere olio terlizzese in tutto il mondo. "Si vende attraverso Internet - sottolinea Paul Cappelli - le maggiori richieste provengono da Usa, Canada, Australia ed Europa. L'olio viene imbottigliato in lattine, bottiglie e fischietti di ceramica, che con le navi vengono poi spedite a destinazione". Ma Paul Cappelli non ha dimenticato gli Stati Uniti d'America, dove è cresciuto pur essendo nato in Toscana. Ha lasciato la guida dell' Ad Store alla sua socia di Parma Natalia Borri per dedicarsi esclusivamente alla cura di Villa Cappelli, dove si possono tenere feste, si può pernottare in camere accoglienti, pranzare e cenare all'interno o all'esterno del Casale. Tutto con la collaborazione dei suoi familiari italiani ed americani, che con il loro lavoro hanno contribuito a rendere celebre un angolo di Puglia.





Nessun commento