Ultim'Ora

Bari. Non si rassegna alla fine della storia e violenta la ex compagna

Arresto a Bari per violenza sessuale. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 26 LUG. (C. St.) - I Carabinieri della Stazione di Bari Scalo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari a carico di un giovane 25enne, incensurato, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale nei confronti dell’ex fidanzata. Le indagini dei militari del capoluogo hanno consentito di ricostruire la responsabilità dell’aggressore che, mai rassegnatosi alla fine della storia con la sua ex fidanzata, ha dato esecuzione ad una vendetta programmata e messa a punto nei minimi dettagli. Nel giorno del compleanno della donna, il giovane, operaio di una ditta delle pulizie, l’ha infatti attirata in uno stanzino degli attrezzi con la scusa di consegnarle un regalo e, dopo aver bloccato l’unica via di fuga, ha abusato sessualmente della giovane che, solo dopo essersi liberata dalla morsa del suo ex compagno, è riuscita finalmente a scappare via e a trovare il coraggio di denunciare tutto a Carabinieri. Gli investigatori, coordinati dal Pubblico Ministero Chiara Giordano, hanno quindi ricostruito l’intera vicenda e ottenuto il provvedimento d’arresto emesso dal Dott. Giovanni Abbattista. 

Le armi sequestrate. (foto cc.) ndr.
ANDRIA (BT): GIRAVANO DI NOTTE CON UN FUCILE RUBATO. IN CASA UNA PISTOLA E MUNIZIONI. 3 ARRESTI DEI CARABINIERI 

Continuano i controlli dei Carabinieri su tutto il territorio del Comando Provinciale, volti a prevenire e reprimere i reati in genere ed in particolare al rispetto della normativa riguardante la detenzione ed il porto di armi da sparo. A farne le spese, questa volta, sono stati tre individui arrestati dal Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Andria per detenzione illegale di armi da fuoco, detenzione di arma clandestina e ricettazione. La scorsa notte, i militari della locale Compagnia CC, nel corso si un servizio di pattugliamento, hanno intercettato e fermato una Opel Corsa nei pressi di via Canosa, con tre soggetti a bordo, due pregiudicati e un incensurato, L.B.A. 59enne, L.B.C. 39enne e S.L. 41enne, tutti di Corato (BA), i quali, all’atto del controllo, hanno assunto un atteggiamento tale da destare sospetto e consigliare più approfonditi accertamenti. Infatti, i militari, dopo aver perquisito i tre individui, hanno rivolto le loro attenzioni all’autovettura all’interno della quale hanno rinvenuto, occultato sotto il sedile posteriore, un fucile da caccia semiautomatico, calibro 20, perfettamente funzionante, risultato di provenienza illecita in quanto oggetto di un furto in abitazione consumato nel febbraio scorso in Ruffano (LE). Le ulteriori perquisizioni eseguite nelle abitazioni dei tre, hanno consentito di rinvenire, in una di esse, una pistola cal. 7,65 di fabbricazione estera, occultata sotto un cuscino del letto matrimoniale, completa di caricatore con tre cartucce, mentre sul comodino un involucro contenente 18 proiettili del medesimo calibro ed un bossolo esploso. Sul conto delle armi rinvenute saranno eseguite le opportune comparazioni balistiche allo scopo di accertare se le stesse siano state utilizzate per compiere azioni criminose. I tre individui sono stati tradotti presso il carcere di Trani, a disposizione della competente A.G..





Nessun commento