Ultim'Ora

Eventi. Prende il via la settima edizione dell’Accadia Blues

La locandina (foto) ndr
di Redazione

ACCADIA (FG), 25 LUG. - Il 28.29.20. 31 Luglio 2016 si svolgerà la settima edizione dell’Accadia Blues, il festival che, con lo stesso immutato impegno ed entusiasmo continua a vivere grazie all’amministrazione comunale di Accadia, e del suo primo cittadino, il Sindaco Pasquale Murgante e la direzione artistica di Nino Antonacci del Moody jazz cafè ed Elisabetta Manella.

Nonostante la sua tenera età, il Festival ha raggiunto, nelle prime sei edizione, un notevole livello di qualità e notorietà, attraendo pubblico e appassionati da tutta la Penisola. Accadia Blues è così diventato in poco tempo uno dei più apprezzati festival blues italiani anche grazie al suo cartellone ricco di artisti di rilievo tra i quali ricordiamo: Charlie Musselwhite, Robben Ford, Eric Johnson, Spyro Gyra, Bill Evans, Alain Caron, Buddy Whittington, Paul Warren, Corey Harris, Dana Fuchs, Rudy Rotta, Albert Cummings e tanti altri.

Accadia Blues giunge, dunque alla sua settima edizione, ed è proprio il numero “7” a ispirare l’evento. Nella simbologia esoterica il sette esprime la globalità, l’universalità, l’equilibrio perfetto, un ciclo compiuto e dinamico. 

E infatti quest’anno sette saranno i concerti, di sette artisti di sette nazionalità diverse.  
Dal nostro Eugenio Finardi che celebrerà i 40 anni di Musica Ribelle, fino alla voce graffiante dell’irlandese Grainne Duffy, dal blues torrenziale dell’inglese Laurence Jones, all’energia di Frankie Chavez dal Portogallo, fino ad arrivare dall’altra parte del mondo con la mitica Banda Black Rio dal Brasile con il loro mix tra funk, samba e R ‘n’ B, e la cantautrice country/folk dell’Oklahoma Carter Sampson accompagnata dagli olandesi della Hidden Agenda Deluxe. Per poi terminare la mattina del 31 con il songwriter statunitense Tim Grimm per il Music Under The tree.

Anche questa settima edizione si presenta, dunque, con un ricco cartellone di concerti, che trova nel blues le proprie radici, ma che vuole esplorare sempre più l’evoluzione che la madre di tutta la musica moderna ha subito nei decenni.

Il Festival si svolgenel suggestivo borgo antico di Rione Fossi, che nei giorni della manifestazione si trasforma in un  vero e proprio contenitore culturale in cui convivono svariate attività complementari ai concerti come le mostre pittoriche e fotografiche, le estemporanee d’arte, incontri letterari, proiezioni video, vendita di vinili rari e di libri dedicati alla musica, mercatini di artigianato e, a rendere ancora più “appetitosa” la fruizione della manifestazione, le tradizionali proposte eno gastronomiche dei produttori e ristoratori del territorio che presenteranno le loro tipiche pietanze.

Sarà inoltre disponibile un servizio di intrattenimento per i più piccoli "Bimbi in Blues" in cui uno staff di professionisti si prenderà cura dei vostri bambini durante le tre serate.

Avremo anche il piacere di ospitare Vincenzo Scotto, lettore di simboli dei tarocchi e filosofo. Un uomo che vi lascerà di stucco, ve lo assicuriamo.

E probabilmente anche qualcosa di "magico" accadrà.





Nessun commento