Ultim'Ora

Palo del Colle (Ba). Per sfuggire ai carabinieri seminano il panico per le vie del paese, a bordo della loro autovettura, ribaltandosi dopo una pericolosa carambola e un lungo inseguimento. Arrestati due  pregiudicati bitontini [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

L'auto ribaltata dopo l'inseguimento. (foto cc.) ndr.

di Redazione

PALO DEL COLLE (BA), 6 LUG. (C. St.) - Per sfuggire ad un controllo dei Carabinieri, hanno innescato un pericoloso inseguimento per le vie di Palo del Colle, fino a ribaltarsi con la loro autovettura, dopo aver fatto carambola con due autovetture che circolavano lungo la via Auricarro. È finita così la fuga di due pregiudicati bitontini, rispettivamente di 40 e 27 anni, che intercettati a bordo di una Fiat Bravo di colore nero, da una pattuglia della locale Stazione CC., nonostante l’alt intimatogli, si sono dati alla fuga per le strade cittadine dirigendosi verso la zona Auricarro. E’ iniziato un pericoloso inseguimento, protrattosi per diversi chilometri per le strade della città, affollate da ignari e sbigottiti passanti, che si è concluso, in modo rocambolesco, su di un muretto a secco, lungo la Via Auricarro, ove la Fiat Bravo si è ribaltata, provocando il leggero ferimento dei due occupanti. Nelle ultime fasi della folle corsa, la Fiat Bravo ha fatto carambola su due autovetture che circolavano in direzione opposta, con a bordo ciascuna due persone, che per fortuna hanno subito solo lievi escoriazioni, giudicate guaribili in una decina di giorni dai sanitari del 118 prontamente accorsi sul posto. All’interno della Fiat Bravo sono stati trovati oltre 40 grammi di Marijuana, cacciaviti, tenaglie, guanti e un passamontagna. I due pregiudicati sono stati quindi tratti in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e danneggiamento aggravato, venendo successivamente condotti presso i propri domicili, a disposizione della competente A.G.. 

BARLETTA (BT): IMPORTUNA DI NOTTE LA EX CONIUGE: ARRESTATO PER STALKING 

I Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno arretato in flagranza, con l’accusa di stalking, un pregiudicato 56enne del luogo sorpreso, la scorsa notte, mentre tentava, con calci e pugni, di abbattere la porta d’ingresso dell’abitazione della ex moglie. La donna, in preda al panico, ha fatto una chiamata al numero di pronto intervento 112 per chiedere aiuto. La Centrale Operativa ha quindi inviato subito sul posto una pattuglia del Nucleo Radiomobile, i cui militari, vista la situazione e l’insistenza dell’uomo a volere a tutti i costi incontrare l’ex coniuge, per evitare il peggio, hanno bloccato l’azione persecutoria dell’uomo accompagnandolo in caserma, dove emergeva, tra l’altro, che lo stesso, per analoghi comportamenti, sfociati in denunce e provvedimenti dell’A.G., era già stato sottoposto al divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla moglie. L’uomo è stato pertanto arrestato e ristretto presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione della competente A.G..





Nessun commento