Ultim'Ora

Andria (Bat). La Polizia vieta l'avvicinamento alla persona offesa ad un giovane 19enne [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Divieto di avvicinamento a giovane 19enne. (foto P.S:) ndr.

di Redazione

ANDRIA (BT), 28 AGO. (C. St.) - Ieri sera, ad Andria, la Polizia di Stato ha sottoposto un 19enne andriese alla misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa ed ai luoghi dalla stessa frequentati, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trani. La misura segue alle indagini dei poliziotti del locale Commissariato di P.S. in relazione alle condotte del giovane che, nei mesi scorsi, avrebbe agito con inaudita violenza, fisica e psicologica, nei confronti di una 17enne che aveva deciso di interrompere la loro relazione sentimentale. 

- Nell’ambito della riorganizzata pianificazione delle operazioni ad “Alto Impatto”, disposta dal Questore di Bari, Dirigente Generale dott. Carmine ESPOSITO, connessa alla preventiva attività di analisi della fenomenologia criminale presente sul territorio di Bari e provincia, sono stati intensificati i servizi straordinari di prevenzione e controllo con un modulo operativo d’intervento e d’indagine mirato ed efficace. In questo quadro generale s’incardina perfettamente l’attività svolta dalla Polizia di Stato ieri pomeriggio, a Canosa di Puglia, mediante l’impiego di pattuglie del locale Commissariato di P.S. e del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”. Nel corso di tali attività sono state sottoposte ad identificazione 44 persone, effettuata una perquisizione domiciliare ed eseguiti 8 controlli nei confronti di pregiudicati sottoposti alla misura degli arresti o della detenzione domiciliare nell’ambito dei quali un uomo è stato indagato in stato di libertà per violazione alle prescrizioni della detenzione cui era sottoposto. Effettuati 5 posti di controllo che hanno consentito di sottoporre ad accertamenti 8 veicoli; altri 319 mezzi di trasporto sono stati controllati in modo automatizzato mediante sistema “Mercurio”. Contestate 3 infrazioni al codice della strada, ritirata una carta di circolazione e sottoposta a sequestro amministrativo una vettura. Le attività proseguiranno durante tutto l’arco dell’estate ed interesseranno il capoluogo e diverse località della provincia. 

- Nella giornata di ieri, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto un pregiudicato di 47 anni per evasione ed ha indagato in stato di libertà un 64enne, con precedenti di Polizia anche specifici, per furto aggravato. 

Nell’ambito di intensificati servizi del controllo del territorio, appositamente predisposti durante l’arco del periodo estivo ponendo particolare attenzione alle zone ove si sono verificati eventi criminosi, i poliziotti della Squadra Volante hanno proceduto al controllo di 250 persone, più di 200 veicoli, diversi circoli ricreativi ed altri luoghi normalmente frequentati da pregiudicati. Durante tali attività è stato arrestato un 47enne di Carbonara che, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è risultato irreperibile per tutta la notte; rintracciato in mattinata dagli agenti, è stato arrestato per evasione e ricollocato ai domiciliari, come disposto dalla locale Procura. Alle ore 10.30 circa, a seguito di segnalazione giunta dal gestore di un negozio di borse ubicato in Via Carulli, i poliziotti hanno rintracciato e denunciato in stato di libertà un 64enne barese che, pochi giorni prima, aveva sottratto una borsa all’interno del negozio. L’uomo, ripreso dalle immagini registrate dal circuito di videosorveglianza, dopo aver ammesso le proprie responsabilità ed essere stato riconosciuto dal commerciante, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato. Recuperata la refurtiva che verrà riconsegnata al negoziante.





Nessun commento