Ultim'Ora

Atletica. Bolt in finale nei 200 metri con 19"78

Usain Bolt. (foto Agi) ndr.

di Redazione

RIO DE JANEIRO (BRA), 18 AGO. (AGI) - Gia' oro nei 100 metri, Usain Bolt si e' qualificato per la finale dei 200 ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Il fuoriclasse giamaicano ha dominato la seconda batteria di semifinale con il crono di 19"78, superando di due centesimi il canadese Andre De Grasse, secondo a 19"80. I due, che hanno quasi giocato tra di loro, sorridendo al traguardo, si sono qualificati di diritto alla gara che nella tarda serata brasiliana assegnera' le medaglie. Bolt compie un passo in avanti verso il "triple triple", la conquista delle tre medaglie (100, 200 e 4x100) in tre Olimpiadi consecutive, dopo gli ori di Pechino 2008 e Londra 2012. Il giamaicano accede alla finale con il miglior tempo (19.78) degli otto, oltre che come migliore della propria semifinale. Ed e' anche il miglior tempo stagionale personale. Il canadese De Grasse, bronzo nei 100 metri, non impensierisce (19.80) e Bolt chiude risparmiando energie in vista della finale di oggi (22.00 locali, le 3.00 di venerdi' 19 in Italia). Bolt, ancora una volta atteso e acclamato dal pubblico brasiliano, ricambia l'affetto con i suoi consueti gesti pre-gara. L'atteggiamento "trattenuto" della semifinale lascia intendere che Bolt abbia ancora voglia di superare il record olimpico, stabilito da lui stesso nel 2008 a Pechino, e d'infrangere il record del Mondo 19.19 (Berlino, 2009): "Penso di poter provare il record del mondo. Lo sento. Devo correre solo in maniera piu' efficiente. Essere nella sesta o nella settima corsia potrebbe essermi utile per correre nel modo piu' liscio possibile", ha commentato a fine gara. Justin Gatlin, rivale nei 100 metri e argento con 9.89, rimane fuori dalla sfida per una medaglia nei 200. Il tempo di 20.13 non basta per piazzarsi fra gli otto finalisti. Lo statunitense chiude tre decimi alle spalle dell'olandese Martina, ottavo con 20.10. Bolt non si dimostra sorpreso dell'esclusione del rivale: "Non sono veramente sorpreso. Pensavo ce la potesse fare, anche se si vedeva dai 100 che stava rallentando". Il vicentino Matteo Galvan, invece, e' il peggiore dei 24 finalisti con il tempo di 20.88, un passo indietro rispetto ai 20.58 di ieri. Nella finale dei 200 metri femminili trionfa la giamaicana Thompson, davanti all'olandese Schippers (argento) e la statunitense Bowie. Nella finale dei 100 metri femminili ad ostacoli e' dominio assoluto degli Stati Uniti sul podio con Rollins, Ali e Castlin.





Nessun commento