Ultim'Ora

Bari. Sequestrate 10 tonnellate di tabacchi lavorati. Denunciato un responsabile per contrabbando internazionale

I tabacchi sequestrati. (foto Gdf) ndr.

di Redazione

BARI, 1 AGO. (C. St.) - I Finanzieri del Gruppo Bari nel corso delle diuturne attività di servizio finalizzate al contrasto dei traffici illeciti all’interno della locale area portuale hanno sottoposto a controllo, unitamente a funzionari del Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, un autoarticolato, con targa inglese, che trasportava sigarette provenienti dal Montenegro e destinate in Spagna. Nutrendo forti dubbi circa la genuinità dell’operazione commerciale e data l’alta incidenza fiscale delle merci trasportate, gli investigatori approfondivano il riscontro accertando che i tabacchi viaggiavano in assenza di garanzia assicurativa obbligatoria, atta a garantire i diritti doganali dovuti, e che la ditta spagnola indicata come destinataria del carico, operava in un settore merceologico diverso da quello dei tabacchi. Pertanto, considerando i tabacchi lavorati illecitamente introdotti nell’ Unione Europea, il conducente, un cittadino di nazionalità britannica di 67 anni, è stato segnalato alla competente A.G. per contrabbando internazionale di tabacchi lavorati esteri mentre, il carico e l’autoarticolato sono stati sottoposti a sequestro. I tabacchi sequestrati, una volta introdotti sul mercato della minuta vendita, avrebbero fruttato alle organizzazioni criminali circa due milioni di Euro con un ingentissimo danno alle entrate erariali Comunitarie.





Nessun commento