Ultim'Ora

Calcio. Il pallone non muore a Terlizzi. L'imprenditore Giuseppe De Nicolo il nuovo presidente

GIuseppe De Nicolò. (foto) ndr.

di Massimo Resta 

TERLIZZI (BA), 12 AGO.  - Nella città dei fiori è stata scongiurata in extremis la scomparsa della prima squadra calcistica del paese. Al presidente Michele Fracchiolla, che aveva preannunciato il proprio disimpegno dopo tre stagioni alla guida del club rossoblu, è subentrato il giovane imprenditore terlizzese Giuseppe De Nicolo, General manager di Cellulopoli, un'azienda leader nel fiorente settore della telefonia mobile, creata attraverso una capillare rete franchising e diffusasi su tutto il territorio nazionale. Il neopresidente del Terlizzi calcio ha pagato l'iscrizione della squadra al prossimo campionato di Prima Categoria pugliese, che prenderà il via il 20 settembre, evitando che la società fosse cancellata dal panorama regionale e che si ripartisse nuovamente dalla Terza Categoria. Un intervento provvidenziale che ha salvato la società rossoblu dalla radiazione dalla Figc per mancata iscrizione entro i tempi previsti. Nessun imprenditore si era fatto avanti dopo l'annuncio del disimpegno del costruttore Michele Fracchiolla, né tanto meno l'amministrazione comunale si era mossa per sollecitare la nascita di una cordata che rilevasse il club terlizzese, il quale ora può guardare al futuro con più serenità ed ottimismo. Le prime dichiarazioni del neopresidente De Nicolo, al termine delle trattative per l'acquisto della società, sono state confortanti. "Sarò impegnato a portare la squadra ai massimi livelli che merita" - ha esordito il nuovo dirigente calcistico terlizzese, lasciando capire che si punterà alla disputa di un campionato competitivo per tentare di ritornare nell'elite del calcio regionale. Non si conoscono al momento decisioni in merito alla composizione della squadra ed allo staff tecnico, guidato nella scorsa stagione dall'allenatore Nino Barione, ex calciatore del Terlizzi. L'unico dato certo è che il 22 agosto presso lo stadio comunale inizierà la preparazione al campionato, che sin dal primo giorno sarà seguita dal neopresidente De Nicolo. Per il calciocalcio terlizzese, che solo sette anni orsono militava in Eccellenza, con l'arrivo del nuovo presidente inizia una nuova pagina della sua storia, caratterizzata non solo da storiche promozioni ma anche da retrocessioni e radiazioni per mancate iscrizioni ai campionati dilettantistici pugliesi. La più cocente fu quella del 1996, quando il compianto presidente Carnicella non iscrisse la squadra in Prima Categoria non avendo avuto alcun contributo dal Comune. La storica Ad Terlizzi fu cancellata dalla Figc e si riparti dalla Terza Categoria.





Nessun commento