Ultim'Ora

Gioia del Colle (Ba). Tentano di eludere un controllo  dei carabinieri ma vengono  presi con arnesi atti allo scasso. Un arresto ed una denuncia a P.L.. [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Gli arnesi sequestrati. (foto cc.) ndr.

di Redazione

GIOIA DEL COLLE (BA), 12 AGO. (C. St.) - Continuano i servizi preventivi sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle e nella serata di ieri, una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile, durante un posto di controllo, effettuato in via Impiso, ha notato un’autovettura Fiat Punto effettuare una brusca manovra di svolta, al fine di non incappare in una probabile verifica da parte dei militari. Immediatamente portatesi all’inseguimento, i Carabinieri hanno raggiunto il veicolo ed intimato l’alt, riscontrando che a bordo vi erano due cittadini di origini albanesi. La successiva perquisizione veicolare ha consentito di rinvenire arnesi atti allo scasso, il cui possesso, considerata la tarda ora, è stato ritenuto alquanto sospetto e ingiustificato. Proprio per tali motivi tale materiale è stato sottoposto a sequestro. Considerato il nervosismo palesato dai due giovani stranieri, sono stati effettuati ulteriori e approfonditi controlli dai quali è emerso che, il trasportato C.S., 31enne albanese, era ricercato poiché colpito da un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso nel 2014 dalla Procura della Repubblica di Bologna, per il reato di ricettazione, essendo ritenuto responsabile di aver acquistato e/o utilizzato, in quell’anno, al fine di procurarsi profitto, un’autovettura BMW di provenienza furtiva. C.S. è stato quindi arrestato e tradotto presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione della competente A.G.., mentre il proprietario della Fiat Punto, è stato deferito in stato di libertà per possesso di oggetti atti allo scasso. 

BITONTO (BA): APPROFITTA DI UNA PORTA LASCIATA APERTA PER RUBARE LA BORSA DI UNA ANZIANA SIGNORA, MA VIENE NOTATO DA UN CARABINIERE, LIBERO DAL SERVIZIO, CHE LO ARRESTA 

Tutto ha inizio alle 11.00 del mattino, quando V.C.D. 28enne, Sorvegliato Speciale, approfittando della porta d’ingresso di un appartamento, ubicato a piano terra in Bitonto via Urbano, lasciata momentaneamente aperta da una signora 86enne, ha deciso di entrarvi per perpetrare un furto, riuscendo ad asportare una borsa contenente effetti personali ed euro 20,00 in contanti. L’azione delittuosa non è sfuggita ad un Carabiniere, libero dal servizio, che, transitando nella zona, ha notato V.C.D. mentre in quella via Urbano rovistava all’interno di una borsa da donna in modo frugale. Quest’ultimo, avvedutosi della presenza del militare che voleva vederci chiaro e che si stava avvicinando a lui per un controllo, avendolo riconosciuto nonostante fosse in abiti civili, si è dato alla fuga a piedi per le vie adiacenti, gettando la borsa e facendo perdere le proprie tracce. La refurtiva è stata recuperata senza il denaro contante e restituita all’anziana signora che ancora non si era resa conto del patito furto. V.C.D. è stato quindi ricercato per tutta la giornata, venendo rintracciato nella tarda serata e arrestato. Lo stesso, su disposizione della competente A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari. 

BARI: TRE ARRESTI DA PARTE DEI CARABINIERI DELLE STAZIONI DI SANTO SPIRITO E PICONE

Alle ore 20.00 di ieri sera, militari dipendente della Stazione di Bari Santo Spirito, unitamente a personale dell’11° BTG CC Puglia, nel corso di un mirato servizio per la prevenzione e la repressione di reati in materia di sostanza stupefacenti, eseguito nel quartiere San Pio, hanno arrestato F.A. 21enne, trovato in possesso di gr. 20 “cocaina”, suddivisa in varie dosi (occultate nella cassetta Enel della propria abitazione) e la somma contante euro 850,00, ritenuta provento attività spaccio. Il prevenuto è stato tradotto presso la casa circondariale di Bari a disposizione della competente A.G.. 

- Nella stessa serata, i militari della Stazione Carabinieri di Bari Picone, nel corso di mirati servizi controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e alla repressione di reati contro il patrimonio, hanno arrestato, in flagranza di reato, M. R. 28enne e V.L. 32enne, entrambi di Cassano delle Murge (BA), responsabili del furto di 8 cover per iphone, per un valore complessivo di Euro 150,00, consumato presso il centro commerciale Ipercoop “mongolfiera” di Bari Santa Caterina. 

Arrestato detenuto ad Andria (Bt). (foto cc.) ndr.
ANDRIA (BT): VA A SPASSO IN BICICLETTA ANZICHÉ LAVORARE, ARRESTATO PER EVASIONE UN DETENUTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI

I Carabinieri di Andria hanno arrestato R.F. 20enne nella flagranza del reato di evasione, in quanto, sottoposto al regime di arresti domiciliari, è stato sorpreso mentre si allontanava dal luogo di lavoro ove era stato autorizzato a recarsi. I militari avevano già segnalato R.F., alla competente A.G., per alcune violazioni inerenti il mancato rispetto degli orari riguardanti gli spostamenti per motivi di lavoro e, alle ore 18.00 di ieri sera, decidono di “andarlo a trovare” presso l’officina di elettrauto ove era autorizzato a prestare la propria opera. Giunti sul posto, con sorpresa, vedono che R.F. si sta allontanando alla guida di una bicicletta. Decidono di seguirlo e inizia così un lungo pedinamento per le vie del centro abitato, fino a quando i militari lo vedono entrare in un appartamento di una palazzina, (poi risultato occupato da un suo parente) e rimanervi per oltre un’ora. Alla sua uscita, i Carabinieri intervengono e lo arrestano. R.F. è stato quindi tradotto presso la Casa Circondariale di Trani (BT), ove resterà a disposizione della competente A.G..





Nessun commento