Ultim'Ora

Andria (Bat). “San Riccardo” sicuro. Controlli dei carabinieri. 1 arresto, 4 denunce, 7 assuntori segnalati [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Controlli dei cc. ad Andria. (foto cc.) ndr.

di Redazione

ANDRIA (BT), 17 SETT. (C. St.) - Fervono i preparativi per la festa patronale di San Riccardo e si incrementano i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Andria per garantire una cornice di sicurezza ai festeggiamenti. I Carabinieri, infatti, durante la settimana, in previsione della festa patronale, hanno intensificato i servizi perlustrativi, predisponendo un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato al controllo della circolazione stradale ed alla repressione e prevenzione dei reati in genere. Lo sforzo profuso dai militari ha consentito arginare in particolare lo spaccio di sostanze stupefacenti nel centro storico della città federiciana. A finire in manette, è stato un giovane 20enne del luogo, C.N., tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, in quanto deteneva illegalmente, all’interno di un locale in suo uso e perquisito dai militari a seguito di mirata attività investigativa, 55 grammi di marijuana, suddivise in 30 dosi, ed ulteriori 2 grammi di hashish, oltre a 90 euro provento della illecita attività ed un bilancino di precisione. Dopo le formalità di rito, il giovane pusher è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Sono state denunciate in stato di libertà 4 persone: 1 per violazioni relative agli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, dal momento che veniva trovato in possesso di un telefono cellulare nonostante l’esplicito divieto impostogli dall’Autorità di P.S.; ulteriori 3 giovanissimi, invece, per detenzione di sostanza stupefacente, nel particolare si trattava di ragazzi del luogo tra i 20 e i 22 anni, che, controllati a bordo dell’autovettura sulla quale viaggiavano, una Fiat Punto, venivano trovati in possesso di circa 20 grammi di marijuana, occultata in più luoghi all’interno dell’autovettura. Numerosi sono stati i giovani controllati, tra i quali 7, “frequentatori” del centro storico, che sono stati segnalati alla competente Prefettura, perché trovati in possesso di modiche quantità di hashish e marijuana per uso personale. In definitiva, sono 75 persone controllate, 55 veicoli sottoposti a controllo di polizia con l’elevazione di 6 contravvenzioni al Codice della Strada. 

CELLAMARE (BA): EVASO ARRESTATO PER ESTORSIONE A MERETRICE 

Plurime minacce, avvicinamenti ed intimazioni ad allontanarsi dalla S.P. 84, che collega Rutigliano (BA) ad Adelfia (BA), rivolte ad una donna romena dedita all’esercizio del meretricio, non hanno intimidito la giovane vittima a denunciare alla Stazione CC di Cellamare quanto le stava capitando da qualche giorno. In sostanza, la donna era oggetto di plurimi avvicinamenti da parte di un uomo che, sempre a bordo della stessa autovettura, le si avvicinava con minaccia, più volte al giorno, pretendendo di dovergli pagare un “corrispettivo” per l’occupazione di quel pezzo di strada, ovvero un “obolo” di circa 60 euro, per poter continuare a svolgere “tranquillamente” la propria attività, garantendogli “protezione”. Ciò è bastato ai Carabinieri di Cellamare per assistere all’ennesimo tentativo di richiesta estorsiva e per bloccare l’uomo 37enne barese che, in sede di identificazione, è stato riconosciuto anche come evaso dagli arresti domiciliari cui era sottoposto per altro reato. L’uomo, arrestato per tentata estorsione ed evasione, è stato posto a disposizione della Procura della Repubblica di Bari in regime di arresti domiciliari.





Nessun commento