Ultim'Ora

Attualità. L'esempio mancato. A Monte si ritarda col Tricolore.

L'ingresso del Comune di Monte (foto) ndr.

di Nico Baratta

MONTE SANT'ANGELO (FG), 20 SET. - Come molti italiani sono a conoscenza ieri, 19 settembre 2016,  per il Belpaese è stato un giorno di lutto. Difatti a Roma, nella parrocchia di San Saturnino Martire, sono stati celebrati i funerali in forma privata del Presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. In concomitanza con le esequie, è stato rispettato il lutto nazionale, con le bandiere a mezz'asta su tutti gli edifici pubblici. Fin dalle prime ore mattutine, in pratica da quando si aprono gli uffici ovvero alle 08:30, ogni palazzo istituzionale, Comune compreso è come previsto dal protocollo dell’Ufficio Cerimoniale di Stato, ha issato il Tricolore a mezz'asta con tanto di nastro nero. Il Comune di Monte Sant'Angelo che è commissariato, perciò non espressione del Popolo Sovrano, non ce l'aveva la bandiera a lutto. Solo dopo le ore 11:15 qualcuno, sicuramente dopo esser stato avvisato, ha ritenuto opportuno farlo e senza listarla con il nastro nero. La foto testimonia quanto affermò giacché ieri erano le ore 08:40 e in Piazza Roma, sede comunale di Monte, non v'è traccia del Tricolore a mezz'asta. Grave, molto grave la mancanza delle istituzioni supplementari volute dall'attuale Governo. 
È possibile che nessuno dei tre Commissari Prefettizi Straordinari e dirigenti si siano ricordati di tal evento? 
Grave, e lo ripeto, molto grave specie laddove un Governo ha ritenuto sovvertire la volontà popolare con una scelta istituzionale dal retrogusto politico e che dovrebbe dar buon esempio anche in queste occasioni. Del resto non è da tutti dar il buon esempio.




Nessun commento