Ultim'Ora

Eventi. Giornata mondiale dell' Ipertensione Arteriosa a cura della Società Italiana dell'Ipertensione Arteriosa

Una immagine della conferenza. (foto A.g:) ndr.

di Anna Gomes

BARI, 19 SETT - Oggi 18 maggio si è tenuto un convegno in occasione della Giornata Mondiale dell'Ipertensione Arteriosa.Il convegno svoltosi presso l'aula Ferrari di neurologia del Policlinico di Bari,è stato Organizzato dall' Inner Wheel Bari, Bari Levante,Ammi e Croce Rossa Italiana. Ha aperto i lavori la dottoressa Belfiore che ha parlato dell' Ipertensione e Scompenso Cardiaco."Quando il cuore si altera, esso funziona meno, pompa meno, perché l'afflusso sanguigno non è adeguato"afferma la dottoressa. " Indubbiamente il diabete favorisce lo scompenso, se si cura l'ipertensione si possono prevenire tutte le conseguenze spesso drammatiche." interviene il prof.Nazzaro " Il medico non deve far solo la prescrizione, ma seguire un percorso faticoso insieme al paziente attraverso anche rinunce".Gli organi bersaglio dell'ipertensione arteriosa sono quindi il cuore, l'encefalo, il rene, la retina. È assolutamente necessario misurare la pressione almeno tre volte al giorno in stato di tranquillità, con strumenti adeguati per gli ipertesi.Anche i più giovani oggi possono soffrire di Ipertensione arteriosa per cattive abitudini alimentari e per sbagliati stili di vita. Si raccomanda un uso moderato di sale e attività fisica moderata anche per gli anziani. In Europa l'ipertensione arteriosa è la prima causa di morte e costituisce il 43% della mortalità prima dei tumori. Continua il prof.Nazzaro:"L'ictus causato dall'ipertensione crea traumi cerebrali irreversibili.Dobbiamo quindi trattare bene l'ipertensione." Anche gli altri medici intervenuti al convegno tra cui la dottoressa Nardecchia, hanno evidenziato l'importanza di seguire la dieta mediterranea, di abolire il fumo e di praticare attività fisica. Sono inoltre intervenuti la Dottoressa Piazzolla, il prof.Giuseppe Ranieri ed il dott. Tagliente della Croce Rossa Italiana che ha parlato di una App innovativa che permette di mettersi in contatto con i centri di Ipertensione e diventa un valido strumento tra medico e paziente iperteso.





Nessun commento