Ultim'Ora

Gli 80 anni di Berlusconi, festa in famiglia ad Arcore

Silvio Berlusconi. (foto Agi) ndr.

di Redazione

ROMA, 29 SETT. (AGI) - Festa in famiglia nel salone di Arcore per gli 80 anni di Silvio Berlusconi. La volontà del Cavaliere e' di circondarsi in questi giorni solo dell'affetto dei suoi cari. Attorno a un lungo tavolo d'epoca - che prevede ottanta posti a sedere - arriveranno figli, nipoti, cugini, gli amici piu' stretti. Berlusconi come in ogni occasione di riunione di famiglia sarà seduto a capo tavola. Da 'patriarca'. Ci sarà anche la compagna Francesca Pascale, con l'immancabile barboncino maltese Dudù. Nella residenza di Villa San Martino i primi regali sono arrivati da alcuni giorni. Il piu' gradito all'ex presidente del Consiglio e' stato una Lancia Astura del 37. Una auto d'epoca, la stessa che aveva il padre. Qualcuno pensa che il regalo sia arrivato da Niccolo' Ghedini, amante di macchine d'epoca e amico di Berlusconi da anni. Anche il Cav da parte sua, raccontano fonti di FI, ha preparato regali - anche diversi quadri in suo possesso - a tutti i suoi familiari. Martedì pomeriggio, secondo fonti parlamentari, Berlusconi avrebbe incontrato a Milano l'ex moglie Veronica Lario. Dopo due anni. L'ultima volta fu al battesimo del primo figlio di Eleonora. Secondo quanto apprende l'Agi Silvio Berlusconi e Veronica Lario si sono visti a quattr'occhi in un albergo milanese, lontano da telecamere e occhi indiscreti. Il rapporto tra i due ha vissuto alti e bassi, ma l'ex premier vuole chiudere un contenzioso a suo dire andato avanti per troppo tempo dopo il divorzio. Le due parti si sono avvicinate, si apprende da fonti ben informate. Con Veronica che vorrebbe mettere fine ai contrasti trovando un'intesa per una somma di 100 milioni, mentre l'offerta sarebbe poco superiore ai 50. Ma l'ex presidente del Consiglio, da 'patriarcà - come si e' definito oggi in un'intervista - preferirebbe chiudere una vicenda che ha causato tensioni in famiglia e per questo motivo filtra ottimismo sull'epilogo. L'ex presidente del Consiglio venerdi' mattina dovrebbe partire per gli Stati Uniti. Per un controllo di routine al cuore, spiegano altre fonti. Niente di allarmante, anzi. La 'trasferta' potrebbe rappresentare il definitivo via libera dell'ex premier ad un nuovo ritorno in campo. Berlusconi si e' ripreso benissimo dall'intervento subito al San Raffaele. "I familiari - riferiscono fonti di FI - vuole che ci sia un controllo medico prima di dare il via libera ad un ritorno a tutto campo di Berlusconi in politica, con tanto di comizi". "Non e' mai stato cosi' bene da mesi", spiega chi lo ha incontrato ultimamente. Il Cavaliere potrebbe restare fuori Italia diversi giorni. Forse pero' non e' un caso che il viaggio sia programmato prima del 3 ottobre quando ci sarà l'udienza preliminare sul Ruby-Ter. Nell'inner circle c'e' chi teme un possibile rinvio a giudizio, ma di sicuro - viene fatto osservare - l'ex premier non si vuole far vedere in un'Aula dovrebbe potrebbero essere presenti le ragazze coinvolte nella vicenda.





Nessun commento