Ultim'Ora

Monte Bianco, teleferica riavviata. Salvi i 17 passeggeri

Il monte Bioanco. (foto Agi) ndr.

di Redazione

PARIGI, 9 SETT. (AGI) - La teleferica, che da ieri era bloccata sul Monte Bianco, è stata rimessa in moto. Sono tutti a terra, salvi, i 17 passeggeri rimasti ancora in quota dopo il guasto di ieri notte. "E' ripartita: l'ultimo cavo (che bloccava il sistema; ndr) e' stato liberato", ha reso noto Dechavanne Matthieu, amministratore delegato della societa' Monte Bianco, poco prima delle 08:00. Gli ultimi passeggeri bloccati all'interno hanno dunque potuto raggiungere la terraferma senza essere prelevati dall'elicottero. Anche un bambino di dieci anni ha passato la notte in quota. "Ho chiuso gli occhi per non pensarci". Lo ha detto una signora appena salvata a Repubblica Tv, commentando la sua avventura, a lieto fine, sulla funivia. "E' andata bene - aggiunge un'altra signora - molto bene. E' durata sei ore". Il fatto - L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sulla teleferica che collega l'Aiguille du Midi (3.842 metri), sul lato francese del massiccio, alla Punta di Helbronner, (3.462 metri) che si trova sul limite del versante italiano. A bordo delle 'telecabine' dell'impianto 'Panoramica Mont-Blanc' che percorre circa 5 chilometri dal punto di partenza all'arrivo erano presenti 110 persone. Il guasto sarebbe stato provocato da un incrocio di cavi che si e' prodotto forse a causa del vento. Poco dopo un'operazione condotta con elicotteri svizzeri, francesi e italiani è stata organizzata per riportare i turisti a terra. Ma a causa del buio e delle condizioni climatiche non ottimali è stata sospesa dopo qualche ora ed è potuta riprendere solo all'alba. I passeggeri sono stati fatti evacuare fino all'1 e oltre del mattino, sono stati accompagnati a piedi sul ghiacciaio fino al rifugio Torino, e li' soccorsi e rifocillati. Questa mattina ancora 17 persone erano bloccate in quota. Le operazioni di salvataggio, spiega il Soccorso Alpino, sono riprese all'alba, dopo l'interruzione attorno a mezzanotte e mezza a causa della nebbia. Sul posto erano presenti medici e psicologi dell'emergenza. In poche ore gli ultimi passeggeri rimasti in quota sono stati recuperati grazie anche al tempo buono e il cielo sereno sul Monte Bianco.





Nessun commento