Ultim'Ora

Paralimpiadi Rio 2016. Bilancio trionfale per Luca Mazzone. Il "cannibale" vince due medaglie d'oro ed una d'argento nell'handbike

Luca Azzone. (foto com.) ndr.

di Massimo Resta 

TERLIZZI (BA), 18 SETT. - La città dei fiori e Ruvo di Puglia sono in festa per Luca Mazzone. L'atleta pugliese, nato e cresciuto a Terlizzi ma residente a Ruvo di Puglia, a bordo della sua handbike ha conquistato due preziose medaglie d'oro ed una d'argento alle Paralimpiadi di Rio 2016. Ha vinto la medaglia d'oro nella crono e nella gara su strada, un Argento nella staffetta. Un vero e proprio trionfo, impensabile alla vigilia della manifestazione sportiva internazionale, per l'ex campione di nuoto che nella sua bacheca può esporre con grande vanto le cinque medaglie conquistate ai giochi paralimpici. Due argenti nel nuoto in Australia a Sidney 2000 nei 50 e 100 metri stile libero, due ori ed un argento in Brasile a Rio de Janeiro 2016, dove è salito per ben due volte sul più alto gradino del podio con l'ex pilota Alex Zanardi e Vittorio Podestà, che ha spinto i suoi due amici a praticare la disciplina dell'handbike dopo aver gareggiato con successo nel nuoto e nell'automobilismo. A Terlizzi e Ruvo si aspetta con ansia il suo ritorno in Italia per festeggiarlo con tutti gli onori che "il cannibale" merita, poiché con le sue epiche gesta sportive ha portato in alto il nome della Puglia e del territorio dove è nato ed è cresciuto. Intanto, Luca Mazzone, in attesa di prendere l'aereo per rientrare a casa, attraverso la sua pagina Facebook, ha ringraziato tutti coloro che gli sono stati vicino durante le Paralimpiadi di Rio 2016 ed hanno consentito che il suo sogno di vincere l'oro in campo mondiale diventasse realtà. "Grazie a tutti - scrive Mazzone, mostrando con orgoglio le tre medaglie conquistate a Rio - grazie a coloro che mi hanno scritto in privato e pubblicamente





Nessun commento