Ultim'Ora

Ruvo di Puglia (Ba). "Don Tonino Bello. Tra i ricordi". Libro di Vincenzo Pellegrini sul compianto vescovo della Diocesi di Molfetta

La copertina del libro. (foto) ndr.

di Massimo Resta 

RUVO DI PUGLIA (BA), 8 SETT. - Sono trascorsi ventitré anni dalla scomparsa di Don Tonino Bello, compianto vescovo della Diocesi di Molfetta, Giovinazzo, Ruvo e Terlizzi. Ma il Pastore di Alessano (Lecce) continua a vivere non solo nei cuori di quanti lo conobbero e ne apprezzarono l'opera ma anche nei suoi scritti e nei tantissimi libri che parlano di lui. Uno di questi è "Don Tonino Bello. Tra i ricordi", curato dal sacerdote ruvese Vincenzo Pellegrini, parroco del Ss. Redentore, cappellano di Sua Santità e cappellano magistrale del Sovrano Militare Ordine di Malta. Edito dalla Ed Insieme di Renato Brucoli, il volume fa parte della raccolta "Scrigni" ed è presentato da Mons. Loris Francesco Capovilla, arcivescovo di Mesembria, con introduzione di Mons. Tommaso Tridente, vicario generale della Diocesi di Molfetta. In poco più di novanta pagine, Vincenzo Pellegrini, laureato in sacra teologia presso la Pontificia Università Lateranense, propone una fraterna e filiale testimonianza sull'uomo di Chiesa salentino, consentendo a quanti lo conobbero di commuoversi nel ricordare i suoi anni di vescovado ed a coloro che non l'hanno conosciuto di imparare che la vita dei Pastori è un libro spalancato per imparare la lezione della vita. Il libro su Don Tonino Bello non è l'unica opera scritta da Vincenzo Pellegrini, che da tempo pubblica saggi sull'antichissima Diocesi di Ruvo, delineandone l'aspetto storico, artistico e religioso per porre in risalto le vestigia di una storia molto antica, il cui emblema si ravvisa nella famosa cattedrale romanica cittadina.





Nessun commento