Ultim'Ora

Attualità. Ritorna l'ora solare. Questa notte lancette degli orologi un’ora indietro

L'ora solare (foto ) ndr.
di Redazione
ROMA, 29 OTT. - Cambio orario stanotte – Con l’arrivo dell’ultimo week end del mese di Ottobre giunge anche il momento del cambio orario. Questa notte, vale a dire nelle prime ore di Domenica 30 Ottobre, l’ora legale 2016 verrà sostituita col nuovo orario, denominato ora solare. Il cambio dell’ora avviene per convenzione alle 3.00, con l’orario che arretra di sessanta (60) minuti. Conseguenza diretta quella di poter dormire un’ora in più, per la gioia soprattutto dei più pigri.

Perché si cambia l’ora da legale a solare?
Probabilmente, più che l’equinozio d’autunno, è questo il vero spartiacque tra estate e inverno. È arrivato il momento di tornare all’ora solare, riportando indietro di un’ora le lancette degli orologi: l’appuntamento è fissato per le 3 del mattino della notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre, così come stabilito dalla direttiva 2000/84/Ce del Parlamento Europeo e del consiglio del 19 gennaio 2001. Buona notizia: dormirete un’ora in più.

L’ora legale, intuizione di Benjamin Franklin, ci ha fatto risparmiare parecchio, finora. In effetti, sarebbe più corretto chiamarla daylight saving time, cioè orario di risparmio della luce diurna. Secondo alcune stime, non confermate con certezza, nel 2013, grazie all’adozione dell’ora solare, abbiamo salvato circa 550 milioni di kilowattora, una quantità di energia corrispondente al fabbisogno annuo medio di 180mila famiglie, quantificabile in oltre 90 milioni di euro.

Con l’inverno alle porte, comunque, i vantaggi dell’ora legale vengono meno: a fronte di un’ora di luce risparmiata al tramonto, se ne perde una all’alba. Sostanzialmente, è questo il motivo per cui si torna all’ora solare. In ogni caso, l’opinione pubblica è spaccata sulla questione: secondo un’indagine del Codacons del 2008, gli italiani sono “equamente divisi tra chi è favorevole all’arrivo dell’ora legale e chi vorrebbe la sua eliminazione. Su 500 intervistati il campione si è spaccato esattamente a metà: 50% contrario all’introduzione […] e 50% favorevole”. Al contempo, però, l’80% dello stesso campione (abbastanza piccolo, per la verità) si è pronunciato a favore della proposta di abolire l’ora solare, modificando la direttiva 2000/84/Ce e mantenendo l’ora legale tutto l’anno, con lo scopo di “evitare definitivamente il disagio e il costo del cambio di orario, che sicuramente c’è, per quanto nessuno l’abbia ancora quantificato”. Comunque, da allora, nessuno si è mosso in questa direzione: per ora, non vi resta che godervi la vostra ora di sonno extra.

fonte: ilmeteo.it - wired.it





Nessun commento