Ultim'Ora

Bari. La Guardia di Finanza sequestra nel sud est barese 2 impianti fotovoltaici e somme di denaro per oltre 3 milioni di euro [CRONACA DELLA GDF ALL'INTERNO]

Sequestrati 2 impianti fotovoltaici. (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 18 OTT. (Comunicato St.) - Militari della Compagnia Guardia di Finanza di Monopoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo e per equivalente emesso dal G.I.P. del Tribunale di Roma nei confronti di tecnici e rappresentanti legali di società operanti nel settore fotovoltaico accusati, a vario titolo, di falsità ideologica in atto pubblico e truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche. I provvedimenti costituiscono lo stralcio di una più ampia indagine condotta dalle Fiamme Gialle che già nell’ottobre dello scorso anno aveva portato al sequestro di circa 16 milioni di euro nei confronti di altre società coinvolte. Gli esiti investigativi hanno dimostrato come i soggetti indagati abbiano provveduto, nel corso del tempo, a frazionare - solo formalmente - parchi fotovoltaici di grandi dimensioni in impianti di più piccola potenza che, a loro volta, risultavano riconducibili ad altrettante società costituite ad hoc. Mediante tale illecito stratagemma gli indagati hanno potuto eludere la complessa procedura prevista per il rilascio della Autorizzazione Unica Regionale (A.U.R.), titolo necessario per la realizzazione degli impianti oggi sottoposti a sequestro, nonché ottenere un indebito vantaggio legato al c.d. "conto energia" che, a conclusione degli accertamenti, è stato quantificato in 3.240.571,34 di euro, indebitamente percepiti a danno del bilancio del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. e quindi dello Stato. Contestualmente sono state notificate le informazioni di garanzia agli odierni indagati. 

GUARDIA DI FINANZA: SCOPERTI UN’OFFICINA MECCANICA ED UN VENDITORE AMBULANTE DI FRUTTA E VERDURA COMPLETAMENTE ABUSIVI 

All’esterno appariva una comune autorimessa. In realtà, al suo interno, si celava una attrezzata officina, gestita senza alcuna autorizzazione commerciale e priva della documentazione contabile e fiscale prevista per l’esercizio dell’attività di impresa. Allo stesso modo, circolava per le vie della città, un improvvisato venditore ambulante – che a bordo di una semplice autovettura, sprovvista peraltro di carta di circolazione e di assicurazione, trasportava, per la vendita, buste già pronte contenenti frutta e verdura senza il possesso di autorizzazioni comunali per la vendita in sede fissa e in forma ambulante. In particolare, nel contesto di una più generalizzata intensificazione dei controlli nel settore dell’abusivismo, a finire nel mirino dei Finanzieri della Tenenza di Molfetta, in due distinti interventi, sono stati un molfettese, C.R. di anni 51, meccanico di autovetture ed un barlettano, D.F. di anni 34. Al termine dei controlli, tutta la strumentazione rinvenuta (banconi da lavoro, attrezzi, ponte sollevatore idraulico per auto, compressori, ecc.) per un totale di circa 200 pezzi, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, finalizzato alla confisca. Stessa sorte è toccata al venditore di frutta e verdura che si è visto sequestrare amministrativamente l’autovettura e ciò che trasportava. Nell’occasione, la frutta e la verdura, pari a kilogrammi 135, sono stati devoluti in beneficenza ad un ente religioso. I responsabili degli illeciti amministrativi, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Bari per l’applicazione delle relative sanzioni amministrative. Nei confronti dei gestori delle attività in questione seguiranno accertamenti, anche di natura fiscale, per la quantificazione del volume d’affari sottratto al fisco. Infatti, il danno arrecato da simili attività illecite è trasversale e spazia dall’evasione fiscale alla concorrenza sleale sugli operatori regolari. 

GUARDIA DI FINANZA: ARRESTATO UN CITTADINO ALBANESE, VIOLAVA GLI OBBLIGHI DI SORVEGLIANZA SPECIALE 

Finanzieri della Tenenza di Altamura, nel corso della diuturna attività di controllo del territorio hanno tratto in arresto B.G., giovane cittadino albanese, sottoposto agli obblighi di sorveglianza speciale. L’uomo, con precedenti per reati contro il patrimonio e connessi al traffico di stupefacenti, si trovava nella cittadina murgiana, nei pressi di via Matera, violando l’obbligo di soggiorno disposto dall’Autorità Giudiziaria. Il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Bari ha disposto gli arresti domiciliari, in attesa di giudizio. Nei giorni scorsi, sempre militari dello stesso Reparto hanno denunziato all’Autorità giudiziaria due soggetti italiani per detenzione ai fini di spaccio di circa 18 grammi tra “marijuana” ed “eroina”, sorpresi mentre spacciavano in pieno centro cittadino nei pressi di un locale dove da tempo si era registrato un frequente via vai di soggetti già noti alle Forze di Polizia. Dall’inizio dell’anno le Fiamme Gialle altamurane in materia di contrasto al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti hanno tratto in arresto ben 10 soggetti sottoponendo a sequestro oltre 4 chilogrammi di sostanze varie. 

Il Gen. C.A. A. De Gennaro in visita ai reparti a Bari. (foto) ndr.
GUARDIA DI FINANZA: VISITA DEL COMANDANTE INTERREGIONALE DELL’ITALIA MERIDIONALE – GENERALE DI CORPO D’ARMATA ANDREA DE GENNARO, AL COMANDO REGIONALE PUGLIA 

Nella giornata odierna, il comandante interregionale dell’Italia meridionale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Andrea De Gennaro, si e’ recato in visita presso il Comando Regionale Puglia. nella circostanza l’alto ufficiale, accompagnato dal comandante regionale, Generale di Divisione Vito Augelli, ha incontrato una rappresentanza di ufficiali, ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri del Comando Regionale Puglia ed i delegati dell’organo di base della rappresentanza militare, ai quali ha rivolto il proprio apprezzamento per il lavoro svolto e l’incoraggiamento a proseguire sulla strada intrapresa, esprimendo parole di compiacimento e gratitudine per la profonda dedizione al servizio e l’altissima professionalita’ dimostrata nell’assolvimento dei molteplici compiti istituzionali. Nel corso del successivo incontro con i comandanti provinciali sono stati affrontati, mediante l’illustrazione del briefing istituzionale da parte del comandante regionale, i temi più importanti delle strategie operative attuate dai reparti dislocati sul territorio pugliese, con lo scopo di migliorare qualità e concretezza dei risultati investigativi, tenuto conto della delicata funzione di polizia economico finanziaria affidata al corpo. nell’occasione, il Gen.C.A. De Dennaro ha ribadito come l’azione del corpo sia fondamentale per accrescere la giustizia e l’equita’ sociale, a salvaguardia dei cittadini onesti e degli strati più deboli e bisognosi della collettività. La visita dell’alto ufficiale è proseguita con una serie di incontri con le massime autorità civili e giudiziarie del capoluogo, con le quali si è intrattenuto sulle tematiche di maggior interesse istituzionale. 





Nessun commento