Ultim'Ora

Champions, super Buffon e gol Cuadrado salvano Juve a Lione

Una immagine del match. (foto Agi) ndr.

di Redazione

LIONE (FR), 19 OTT. (AGI) - Vittoria sofferta per la Juventus di Massimiliano Allegri sul campo dell'Olympique Lione nel girone H di Champions League. Grandi protagonisti della serata il portiere Gigi Buffon e l'esterno Juan Cuadrado. Il capitano della Nazionale risponde alle critiche piovutegli addosso nell'ultimo periodo, parando un calcio di rigore e producendosi in un paio di altri strepitosi interventi, mentre il centrocampista colombiano Cuadrado, autore di una rete bellissima nel finale, sigla il gol della vittoria. Meno positiva, invece la prova di Lemina, colpevole di aver lasciato in dieci i compagni di squadra per quasi tutto il secondo tempo per doppia ammonizione. I padroni di casa mettono subito in chiaro il tipo di partita che intendono impostare, chiudendosi immediatamente in modo ermetico nella propria metà campo. La Juventus risponde facendo tanto giro palla, ma la prima occasione da rete arriva sugli sviluppi di un calcio d'angolo, quando il pallone finisce sui piedi di Bonucci che tira a botta sicura, ma sulla sua strada trova proprio Khedira che, involontariamente, mura la conclusione del compagno di squadra. I bianconeri provano il forcing con un grande passaggio di Higuain, che in mezzo a due difensori di petto riesce a servire Dani Alves al limite dell'area, ma lo stop dell'ex Barca non è all'altezza. Nel primo quarto d'ora i francesi si fanno vivi una sola volta dalle parti di Buffon con un colpo di testa dell'esordiente Diakhaby sugli sviluppi di un calcio di punizione. Al 24' Alex Sandro inventa una palla molto invitante per Higuain, il quale è bravissimo a inserirsi in area, ma il suo diagonale viene deviato dall'estremo difensore dell'Olympique Lione. Al 35' Bonucci commette una leggerezza, trattenendo su un calcio d'angolo Diakhaby, l'arbitro se ne avvede e concede un calcio di rigore. Se ne incarica Lacazette, ma l'attaccante dell'OL si fa parare la conclusione da Gigi Buffon che risponde alle critiche degli ultimi tempi con una grande prova. Rabbia Buffon, rispettatemi. Altro che funerale Prima della fine del tempo Higuain prova a sorprendere Lopes con un grande colpo di testa, ma il portiere portoghese del Lione non si scompone. Ci prova immediatamente anche Bonucci, voglioso di riscattare l'errore che ha provocato il rigore, ma il suo colpo di testa è fuori di un soffio. Sull'ennesimo errore difensivo di Dani Alves, Fekir riesce a liberarsi al tiro e a far partire una staffilata a botta sicura, ma Buffon si produce in una parata ancor più difficile di quella sul calcio di rigore. Da applausi il capitano bianconero stasera. Non altrettanto, invece, Lemina, che lascia per 40 minuti i suoi in dieci contro undici a causa di un'espulsione per doppia ammonizione. Nonostante l'inferiorità numerica la Juve si fa pericolosa in area con Higuain che viene clamorosamente atterrato in area da Diakhaby, ma l'arbitro Marciniak non vede. Primo squillo anche per Lacazette dopo un tunnel a Barzagli, ma ancora una volta Buffon c'è. Il terzo miracolo della serata del portiere della Nazionale arriva a 20' dal termine, quando su di un colpo di testa a botta sicura di Tolisso da meno di un metro, riesce a salvare con una deviazione di istinto. Nella giornata nera della Juve di Lione però, oltre a Buffon irrompe l'appena entrato Cuadrado. L'ex Chelsea, servito da Higuain, salta secco Morel e da posizione impossibile beffa un Lopes che non si aspettava la conclusione del colombiano. I padroni di casa provano a pareggiare la gara nel finale con Ghezzal, ma Buffon è una saracinesca. La Juve vince e mantiene il primato del girone in compagnia del Siviglia con 7 punti, il Lione resta a 3, la Dinamo a 0.





Nessun commento