Ultim'Ora

Eventi. A Foggia “Leggo QuINDI Sono” premia e riparte

Il premio della manifestazione (foto) ndr.

di Redazione

FOGGIA, 26 OTT. - Il vincitore Stefano Amato: “Viva i libri!”
Trecento studenti, cinque scuole. Una premiazione ufficiale per un progetto-concorso letterario che, alla sua prima edizione, ha già ottenuto riscontri nazionali importanti. Una cornice, quella del principale contenitore culturale della città, il Teatro U. Giordano di Foggia, completamente riempita di giovani, libri e storie, compresi un autore di rilievo e un editore tra i migliori in Italia. “Un lavoro clamoroso”, come ha sottolineato lo stesso Marco Zapparoli, direttore della casa editrice Marcos y Marcos, premiato anch’egli, insieme con lo scrittore Stefano Amato per il suo romanzo Bastaddi (il più votato dagli studenti-giurtati), con il premio “Le giovani parole”, organizzato e lanciato dall’associazione di volontariato culturale Leggo QuINDI Sono. È l’estrema sintesi di quanto avvenuto questa mattina, mercoledì 26 ottobre, nel corso di una giornata dedicata alle case editrici indipendenti che di fatto ha segnato la conclusione “dell’edizione zero” dello scorso anno e ha inaugurato questa nuova stagione di letture interamente rivolte ai cinque istituti che, per ora, hanno aderito a “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole 2016/2017”. Una mattinata che può ben riassumersi nelle parole del vincitore del concorso, Stefano Amato, emozionato al momento della premiazione: “Una giornata così me la sognavo da bambino, dico solo una cosa: viva i libri!”. 
D’altronde, quello di oggi è stato un vero e proprio happening letterario, perlatro magistralmente condotto dal diciottenne giornalista Felice Sblendorio il quale, nel corso della giornata, ha chiamato sul palco del Giordano gli studenti dei due istituti di Foggia che per primi hanno scommesso su LQS: il Liceo C. Poerio (con l’impegno delle docenti Elisabetta De Palma e Teresa D’Addedda) e il B. Pascal (con il lavoro di Michele Trecca, presidente di LQS). Sono stati proprio gli alunni-giurati, ossia coloro i quali hanno votato i cinque romanzi selezionati nel corso dell’edizione 2015/16, a presentare il romanzo vincitore del premio “Le giovani parole” e a conversare con i due ospiti, l’autore Stefano Amato e il suo editore Marco Zapparoli. Tra il pubblico però, presenti anche i nuovi studenti che hanno aderito a questa edizione 2016/17 del concorso-progetto, appartenenti agli istituti “E. Masi – P. Giannone” di Foggia, “Giordani” di Monte Sant’Angelo e “Maria Immacolata” di San Giovanni Rotondo. A dare il battesimo pubblico alla manifestazione, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Claudia Lioia, che ha rimarcato il proprio impegno nel diffondere sempre più il progetto nelle scuole di Capitanata, e l’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, la quale ha invece sottolineato il valore della lettura nei riguardi delle nuove generazioni e l’importante contributo dato dalla casa editrice Marcos y Marcos, “meritevole di aver scommesso su un giovane scrittore in un momento così delicato per il settore”. 
A fare da collante tra scuole, autori e case editrici, la libreria Ubik, rappresentata dal libraio Salvatore D’Alessio che, insieme con alcuni studenti, ha presentato la nuova cinquina del premio “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole 2016/2017”. “Una rosa di titoli attualissima con tanti temi sul tavolo ad ispirare i ragazzi – ha detto il libraio della Ubik – da quello ambientale sino ai legami famigliari e d’amicizia, senza dimenticare l’amore e la storia italiana, attraversando più generi letterari e più stili di scrittura”. Questi, infine, i cinque nuovi titoli scelti dall’associazione LQS fra una rosa di dodici, tutti pubblicati da piccole e medie case editrici indipendenti: Londra per famiglie di Mila Venturini, edito da Nottetempo; Le streghe di Lenzavacche di Simona Lo Iacono, edito da E/O; Una spiaggia troppo bianca di Stefania Divertito, edito da NN Edizioni; L’amore come le meduse di Roberto Delogu, edito da Hacca; Io e Henry di Giuliano Pesce, edito da Marcos y Marcos. 
I titoli in concorso verranno presentati dai rispettivi autori in altrettanti incontri organizzati da LQS nell’arco dell’anno scolastico, a cominciare da gennaio 2017: ogni incontro tra scrittori e studenti avrà luogo sia in uno degli istituti aderenti al progetto e sia nello spazio live della libreria Ubik di Foggia, partner dell’iniziativa, a garanzia di una presentazione serale interamente rivolta alla cittadinanza. La giuria che decreterà il vincitore di “Leggo QuINDI Sono – Le giovani parole 2016/2017”, va sottolineato, sarà costituita dagli studenti delle scuole medie superiori di Foggia e provincia iscritti alla manifestazione: la votazione finale avrà luogo nel corso di una serata organizzata nel mese di maggio del 2017. “Ci auguriamo – ha concluso, in qualità di presidente di LQS, Michele Trecca – una serata conclusiva ancora più bella di quella dello scorso anno, da inventare insieme e con il contributo di tutti”.





Nessun commento