Ultim'Ora

Terlizzi (Ba). La Città dei Fiori piomba nel Medioevo con "La notte delle streghe e l'inquisizione medievale"

La locandina dell'evento. (foto com.) ndr.

di Massimo Resta 

TERLIZZI (BA), 18 OTT.  - Per due giorni Terlizzi farà un salto indietro nel tempo. Sabato 29 e domenica 30 ottobre piombera' in pieno medioevo con "La notte delle streghe e l'inquisizione medievale". L'evento, che si terrà nel Centro storico cittadino, è organizzato da Notti Medievali e dall'associazione Torre Normanna con il patrocinio dell'Assessorato alla cultura del Comune di Terlizzi. La duegiorni medievale, caratterizzata da spettacoli di giocoleria, performance teatrali, spettacoli acrobatici, con serpenti e bolas infuocate, si aprirà alle ore 19.30 di sabato 29 ottobre con l'apertura del percorso medievale. Turisti e visitatori che giungeranno a Terlizzi da tutta la Puglia, sul loro cammino s'imbatteranno in bestemmiatori, condannati, candelari, osti, meretrici, lebbrosi, giocatori d'azzardo, eretici, streghe ed inquisitori. Una sorta di girone infernale da cui si accederà da via De Napoli, nei pressi della Torre dell'orologio di piazza Cavour. Domenica 30, invece, si iniziera' alle 13 con il Pranzo con le streghe, gli eretici e gli inquisitori che si terrà presso un ristorante cittadino. Alle 18.30 è in programma l'apertura del percorso medievale, a cui seguiranno spettacoli di giocoleria, performance teatrali, spettacoli acrobatici e con serpenti. La direzione artistica dell'evento sarà curata da Michele Amendolagine, mentre all'attore terlizzese Gianluca Delle Fontane è affidata la regia degli spettacoli teatrali. Gli artisti che animeranno il percorso medievale saranno "I Giullari di Davide Rossi", mentre i costumi saranno curati da Concetta Pagano. Trucco scenico, infine, affidato a Clezia Tota. Alla riuscita dell'iniziativa collaborerà lo staff composto da Mariateresa Foscolo, Daniela Confetti, Pietro Pardini e Lidia Pedone. La Città dei Fiori, dunque, per due giorni farà un tuffo nel Medioevo e richiamerà curiosi, turisti e visitatori da tutta la Puglia, contribuendo al rilancio turistico ed economico del paese.





Nessun commento