Ultim'Ora

Attualità. “Noi ci siamo sempre”, l’Esercito Italiano all’OrientaPuglia2016 [VIDEO e FOTO]

Lo stand dell'esercito Italiano (foto N. Baratta) ndr.
di Magg. Mauro Lastella

FOGGIA, 15 NOV. - Affluenza da record quella che da quest’oggi, 15 novembre 2016, si è registrata all’OrientaPuglia 2016. Organizzata e realizzata dall’Associazione ASTER presso l’Ente Fiera di Foggia nel padiglione 71, l’OrientaPuglia 2016 ha confermato il successo avuto nelle precedenti edizioni svolte in altre regione italiane. Molti stand di diverse università d’Italia, tra cui quella dell’ateneo foggiano e barese, hanno informato e ben indirizzato i giovani studenti delle quinte classi superiori. Giunti da tutta la Puglia, con più di una decina di pullman, il padiglione adibito all’evento è stato inondato di giovani, curiosi, vogliosi di saperne di più e pronti ad essere consigliati sul loro futuro da studenti e poi lavoratori. Tra gli stand vi erano anche quelli delle Forze Armate italiane. Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Marina Militare, Esercito Italiano, hanno messo a disposizione personale istruito, materiale e esempi didattici e di ordinarie procedure, per far conoscere ai giovani ciò che una scelta di vita offre conciliando studio, lavoro e senso di appartenenza. 


Tra gli stand, come detto, c’era quello del Comando Militare Esercito “PUGLIA”. Gestiti con dovizia dal Maggiore Mauro Lastella, del Comando Regione Militare Sud distaccato a Bari,  i militari presenti, professionisti del settore, hanno saputo conferire informazioni ai giovani, spiegando loro ogni particolare dello studio presso le scuole militari e le peculiarità della vita lavorativa che ogni giorno si affronta in divisa. Nello stand del Maggiore Lastella, nella prima giornata, il 15, si sono registrate oltre un migliaio di presenze, tra cui più di cinquecento compilazioni di moduli informativi che saranno oggetto da parte dell’Esercito mezzo per newsletter e strumento per future informazioni approfondite. 




«La formazione militare offre notevoli possibilità di vita, che non è solo lavorativa, bensì di formazione, cultura, senso di appartenenza – ha replicato il Magg. Lastella-. Un giovane, donna o uomo che sia, che sceglie di studiare con noi non ha solo mezzi e strumenti per la sua crescita lavorativa, ma ha la continua formazione nell’ambito specialistico che ha scelto e quella personale. L’Esercito addestra, certo, ma forma e fa crescere sani chi ha voglia di condurre una vita sana e sempre al top e nel rispetto delle persone –ha proseguito il Maggiore-. Oggi sono particolarmente entusiasta non solo per l’affluenza ma per la curiosità dei giovani che si son recati da noi chiedendoci informazioni e soprattutto mostrandoci vivo interesse verso un futuro da professionisti in divisa. Ringrazio i miei militari sempre pazienti e professionisti in tutto ciò che gli viene chiesto di fare. Se oggi siamo qui soddisfatti è anche grazie al loro lavoro, e questo non va mai dimenticato e sempre detto a chi vorrà intraprendere la vita militare come lavoro, scelta e condizione di vita  -ha concluso il Magg. Mauro Lastella-». 



Con il Maggiore, cordialmente in visita, c’era anche il Comandante dell’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, che ha apprezzato l’iniziativa e ha fornito sostegno informativo a chi lo ha interpellato. Il Comandante, ingegnere, si è soffermato sul lavoro che insieme ai suoi uomini e donne svolge quotidianamente sia nel capoluogo dauno, sia dove viene chiamato, spronando gli studenti a essere intraprendenti amando ciò che gli sta attorno. Ha, inoltre, rimarcato la sua volontà nel fornire aiuto alla città di Foggia laddove vi fosse richiesto un servizio sui vari problemi urbanistici. Una richiesta rivolta soprattutto all’Amministrazione comunale per il bene collettivo.

La partecipazione dell’Esercito Italiano ai Saloni di Orientamento è una realtà importante per la scelta scolastica dopo il quinquennio superiore. Non solo “Cultura della Difesa” come l’insieme dei valori, delle tradizioni e delle finalità che caratterizzano l’operato delle Forze Armate al servizio della collettività, per la salvaguardia degli interessi nazionali, ma una scelta di vita orientata verso il mondo del lavoro con buone possibilità d’inserimento e poi continua formazione all’avanguardia con i più sofisticati strumenti messi a disposizione dall’attuale tecnologia.




Tra i visitatori, tutti diciassettenni e giù di lì, hanno fatto breccia nel cuore e nella mente dei militari presenti allo stand, chi parlava di formazione militare intesa come formazione fisica e mentale e continuo controllo della salute. Un punto fondamentale che il Maggiore Lastella ha voluto rimarcare poiché l’Esercito Italiano pone la centro la persona e perciò il suo stato di salute, che vale molto di più di una specializzazione. È doveroso porre in evidenza che l’Esercito investe moltissimo nell’istruzione sia specialistica di settore -per i Volontari- , che in quella universitaria. Basti pensare che la formazione di base per un Ufficiale dura minimo 5 anni, conseguendo la Laurea specialistica. Mentre per quella di un Maresciallo non meno di tre conseguendo la Laurea di 1° Livello. Insomma, nell’uno e nell’altro modo, l’Esercito forma personale altamente qualificato e specializzato. OrientaPuglia, come vedete e nello specifico del tema affrontato, è quell’occasione unica per approfondire le conoscenze sull’Esercito e valutare la possibilità di poter far parte di quella grande famiglia che con slancio, passione, professionalità e lealtà si dedica senza risparmio di energia e a costo di qualunque sacrificio alla nostra amata Italia, ossequiando al motto: “Noi ci siamo sempre”.




È doveroso, ora che stiamo al termine dell’articolo, ricordare che il padiglione 71 ospitava altri stand, tutti con personale altamente qualificato, sia di altre Forze Armate, sia di tante Università d’Italia. E tutti corredati con molto materiale informativo, e con dimostrazioni e spiegazioni just in time tenute dal personale interno della facoltà e corpo d’armata.

OrientaPuglia sarà in Fiera a Foggia fino al 17 novembre 2016.
Approfittatene.







Nessun commento