Ultim'Ora

Cinema. La ragazza del treno di Tate Taylor dal libro di Paula Hawkins

La locandina del film. (foto com.) ndr.

di Anna Gomes

BARI, 7 NOV. - Ed ecco il film "La ragazza del treno" di Tate Taylor, dal romanzo di Paula Hawkins che ha avuto un successo planetario nel 2015 (quasi 50 milioni di copie vendute in tutto il mondo). Il film diretto da Taylor, rispecchia egregiamente un libro non facile da interpretare, anche per i continui flash back che possono confondere il lettore e quindi lo spettatore. Uno psicodramma al femminile oltre che un vero e proprio thriller, sullo sfondo un America moderna e sola, un treno che diventa protagonista insieme ad un ottima Emily Blunt calata nel personaggio non facile di Rachel, tormentata e solitaria a caccia di fantasmi passati e presenti, in lotta perenne con la sua fragilità. In balia dell'alcool, unico rifugio della sua vita, Rachel esce da un matrimonio fallito con Tom che si risposa con Anna da cui avrà una figlia. Ritornera' sempre sul luogo della sua casa e spiera' la nuova vita felice dell'ex marito Tom. Nel suo viaggio quotidiano sul treno, Rachel osserva dal finestrino le vite degli altri ed una in particolare, quella di Megan e Scott, diventerà per lei simbolo di felicità e di amore eterno. Testimone involontaria del tradimento di Megan, Rachel sarà coinvolta nell'omicidio di quest'ultima ma non sarà lei ad aver ucciso la donna... Un film egregiamente diretto ed interpretato da un ottimo cast. Assolutamente da vedere.





Nessun commento