Ultim'Ora

Sciopero generale: traffico in tilt a Roma, le ultime notizie

di Redazione

ROMA, 25 NOV. (AGI) - Venerdì nero per i trasporti, a causa dello sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private, indetto da Slai Cobas e Usi. 

Traffico in tilt e metro chiuse a Roma 

Nella capitale è una nuova giornata di passione. A causa dello sciopero, a partire dalle 8.30, sono chiuse le linee A e C della metropolitana, mentre sulla linea B-B1 si registra un numero ridotto di corse. Possibili riduzioni del servizio sono previste anche sulle ferrovie urbane Roma-Ostia, Roma-Viterbo e Termini-Giardinetti e sulle linee periferiche gestite dalla società Roma Tpl. Rallentamenti sulle linee tram 3 e 8 a causa di un guasto tecnico. Sul fronte della viabilità stradale si segnalano code sul Grande Raccordo Anulare in carreggiata interna tra Appia e Prenestina e in carreggiata esterna tra Prenestina e Tiburtina e poi dalla Salaria all'imbocco con la Roma Fiumicino. Code anche sull'Aurelia, dove è presente un allagamento in piazza Giovanni Battista de La Salle. Traffico sul tratto urbano dell'Autostrada A24 con code in uscita da via dei Fiorentini all'innesto con il Gra. Rallentameni anche sulla Tangenziale Est da San Giovanni a viale Castrense. 

Traffico in tilt a Roma per sciopero. (foto Agi) ndr.
Interviene il Garante per gli scioperi 

Il Garante per gli scioperi, Giuseppe Santoro Passarelli, chiederà all'Atac "informazioni puntuali e urgenti circa le valutazioni svolte dall'azienda, che hanno portato alla chiusura delle linee metro, a causa dello sciopero di una sigla sindacale che, nel corso dell'ultima astensione proclamata il 20 maggio scorso, ha raccolto il 2,6% delle adesioni sull'esercizio metropolitano". Lo riferisce una nota. Chi sciopera​ I dipendenti del ministero della Giustizia iscritti a Flp-Giustizia e Usb (personale del dipartimento dell'organizzazione giudiziaria) Ferrovieri del Gruppo Fs, Trenitalia, Rfi, Trenord, Fsi, Ntv, Serfer-Servizi Ferroviari, Ferservizi e Italcertifer (personale aderente a Cat e Cub Trasporti, Usb, Sgb) dalle 00.00 alle 21 (divisione cargo dalle 6.00 alle 21). Fermo anche il trasporto merci sempre dalle 00.01 alle 21 di venerdì Circolano regolarmente le Frecce Trenitalia ed è assicurato il collegamento tra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino con il "Leonardo Express". Garantiti i convogli elencati sul sito trenitalia.com. Per i treni regionali garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Garantiti i collegamenti a maggiore traffico viaggiatori. Alcuni treni Intercity e alcuni convogli regionali che non rientrano tra quelli 'garantiti' possono essere cancellati o limitati nel percorso. A Roma scioperano i lavoratori di Atac iscritti a Cambi-Menti dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Revocata la protesta di piloti e assistenti di volo di Alitalia (lavoratori aderenti a Confael-Assovolo, Anpac, Anpav, Usb Lavoro Privato). Resta in piedi solo lo sciopero del Cub Trasporti. Revocato infine, su indicazione del Garante per gli Scioperi, lo stop dei medici previsto per lunedì 28. Il differimento era stato chiesto per evitare un'eccessiva concentrazione di astensioni dal lavoro. 

Le motivazioni dello sciopero 

Lo sciopero generale della Slai Cobas è contro tagli e mancate assunzioni. Lo stop nel settore ferroviario, invece, spiegano dall'Usb "è contro le condizioni peggiorative previste dal rinnovo del contratto scaduto nel 2014 e la condizione relativa alle privatizzazioni che stanno interessando tutto il panorama ferroviario del gruppo Fsi. Infine si protesta anche contro l'allungamento dell'età pensionabile per i ferrovieri operativi (il personale mobile) previsto dall'applicazione della legge Fornero". L'Usb Giustizia e la Flp infine scioperano per dire no a "un sistema lento e inefficace e alla privatizzazione dei servizi". Si chiede invece una "progressione di carriera per tutto il personale, lo sblocco della mobilità interna, il reperimento di nuove risorse e le assunzioni dopo la riqualificazione". 





Nessun commento