Ultim'Ora

Bari. Via Napoli: Rapinano armi in pugno una sala giochi. Arrestati dai carabinieri [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

Arresti a Bari per rapina in sala giochi. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 20 DIC. (Comunicato St.) - Risale alla notte scorsa l’ultimo inquietante episodio di criminalità nel capoluogo barese. È da poco passata la mezzanotte quando 4 soggetti, camuffati da passamontagna, fanno irruzione all’interno di una sala slot di Via Napoli, in quel momento poco affollata. Guanti indossati, impugnano una mitraglietta e due pistole. Sotto la minaccia delle armi, rapinano il cassiere di 4.700€, l’incasso della giornata. Terminato l’assalto, i 4 si danno alla fuga per le vie limitrofe, anticipando solo di pochi istanti gli uomini del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Bari, che, allertati immediatamente dalla Centrale Operativa del capoluogo, si precipitano a sirene spiegate. Sarà grazie alla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza che riusciranno, in pochi minuti, a ricostruire le fasi dell’assalto e a dare un’identità ai quattro. Una pattuglia in circuito vede infatti un gruppetto di giovani confabulare con atteggiamento sospetto in un luogo appartato. Uno di loro si da subito alla fuga. Alcuni di essi indossano indumenti corrispondenti a quelli immortalati poco prima nei fotogrammi visionati. Durano poco le indicazioni fuorvianti di due di loro, che alla fine si contraddicono. Si tratta di giovanissimi baresi, C.I. di anni 17 e L.V. di anni 20. Vengono pizzicati poco dopo essersi spogliati solo di alcuni degli indumenti utilizzati per la rapina. P.M., di anni 15, viene invece prelevato a casa dove si era rifugiato. Il quarto invece, un sedicenne noto ai Carabinieri, riesce a rendersi irreperibile. Sono in corso le ricerche delle armi utilizzate e del denaro. Gli arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Bari e all’Istituto Minorile “Fornelli”. 

SAMMICHELE DI BARI (BA): EVADE DAGLI ARRESTI DOMICILIARI E TENTA DI RUBARE UN FURGONE: ARRESTATO DAI CARABINIERI

E’ successo a Sammichele di Bari ed il protagonista è un noto pregiudicato 48enne, già sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, in luogo di quella in carcere. L’uomo dopo aver violato nuovamente il regime restrittivo a cui era obbligato, ha pensato bene di tentare di asportare un furgone parcheggiato in una via del centro. Sorpreso dall’autista nell’intento di manomettere il quadro di accensione, si è dato velocemente alla fuga; ma sul posto sono immediatamente giunti i militari della locale Stazione Carabinieri che raccolte le prime testimonianze, hanno individuato e bloccato il malintenzionato all’interno di una pescheria, poco distante dal luogo dell’accaduto, dove lo stesso aveva cercato di confondersi tra i clienti per scappare all’arresto. Terminate le formalità di rito, l’uomo è stato quindi arrestato e accompagnato presso il Tribunale ove si è tenuto il giudizio direttissimo al culmine del quale, su disposizione del Magistrato Giudicante è stato associato alla Casa Circondariale di Bari. 





Nessun commento