Ultim'Ora

Terremoto. A scaldare i cuori e le vivande in provincia di Macerata ci pensano i carabineiri

Mense cc. per i terremotati. (foto cc.) ndr.

di Redazione

ROMA, 31 DIC. (Comunicato St.) - Non sarà come trascorrere la notte di San Silvestro nelle proprie case, sbriciolate nel terremoto che dal 26 al 30 ottobre ha sconvolto il Centro Italia, ma gli abitanti di Fiastra e Muccia, in provincia di Macerata, potranno trovare nella notte di San Silvestro un po' di ristoro e conforto. Ad attendere il rintocco della mezzanotte e a brindare all’anno nuovo con loro ci saranno i Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata, del 5° Reggimento “Emila Romagna” e dell’11° Battaglione “Puglia”. Come sempre in servizio per assicurare la vigilanza dell’area, si metteranno a tavola insieme alla popolazione, quasi a rappresentare un’unica grande famiglia, confezionando il cenone presso la cucina da campo allestita dall’Arma già nei primi giorni dopo il sisma. La mensa da allora è sempre in funzione, garantendo l'erogazione di 500 pasti quotidiani a favore non solo dei residenti di Fiastra e Muccia, ma anche di tutte le frazioni limitrofe, grazie a un apposito servizio di consegna e trasporto pasti.





Nessun commento