Ultim'Ora

Bari. Finanziati 37 progetti con 105mila euro. Romano: "La scuola per noi? Una moltiplicazione di pane e pesci"

Un momento della conferenza nella sala Giunta (foto Co.Ba)

di Myriam Di Gemma

BARI, 30 GEN. – “Per noi, la scuola è al centro”. Lo ha detto Paola Romano, assessora alle Politiche Giovanili del Comune di Bari, durante la presentazione alla stampa dell’esito di un avviso pubblico per finanziare progetti di carattere socio-culturale promossi dalle scuole di ogni ordine e grado di Bari per il 2016. Spesa complessiva: 105mila euro. A quelli iniziali (80mila euro) ne sono stati aggiunti altri 25mila grazie a un prelievo dal fondo di riserva. 
Sessantadue i progetti giunti nella Direzione della Ripartizione, di cui scelti 37. I temi su cui imperniare le attività progettuali: educazione musicale, teatro, cinema e arte, adozione degli spazi (comuni e di pertinenza), percorsi storici di rivalutazione dei luoghi della città, inclusione, legalità ed educazione civica e nuove tecnologie. 
Dopo un lavoro certosino grazie a Paola Bibbò, Daniela Santospirito e Antonella Proto, coadiuvate da una Commissione nominata appositamente, è stata stilata una graduatoria. 
Il progetto vincitore del primo posto (punteggio 100) è il “Rec in Play” presentato dal liceo scientifico “Scacchi”: contributo 5mila euro. 
Al secondo posto, 8 progetti a pari merito con 94 punti (4mila euro ciascuno) per lo scientifico “Salvemini” (Skené rassegna di teatro); l’Istituto De Nittis – Pascali (Yeah); l’Istituto Tec. Tecnologico Panetti/Pitagora (Bari città che educa); Ist. “Duse” (La scuola adotta il lungomare di San Girolamo); l’Ist. “Milani” (La banda del quartiere); L’ist. “Zingarelli” (Musicainsieme); l’istituto comprensivo “Giovanni Paolo II De Marinis” (Musicaingioco); l’istituto comprensivo Umberto I/ S.Nicola (Le pietre che parlano). 

Terzo posto ex aequo con 88 punti per i seguenti 14 progetti (contributo di 3mila euro ciascuno): Ristorante Solidale (Ipssar Perotti); La biblioteca di Babele (Flacco); Naviganti, Santi ed Eroi: il viaggio della traslazione (Santarella); Pellegrino nella mia città (Scuola secondaria I grado ‘Michelangelo’); Educazione alla lettura, teatrale artistica, musicale, alimentare, ambientale (scuola secondaria I grado ‘Carlucci’); Semi di solidarietà ‘Progetto intergenerazionale di orticultura (Scuola secondaria I grado ‘T.Fiore’); Cyberbullismo? Anche no (Scuola secondaria I grado A.D’Aosta); Facciamo Teatro (Falcone e Borsellino); Parole e colori in libertà (Ist. Comprensorio S.G.Bosco Melo da Bari); ‘Il S.Paolo’ danza come nell’Ottocento: danzando tra le righe (Ist. Comprensivo B.Grimaldi Lombardi); Musica…che passione (Ist. Comprensivo Garibaldi); Mi diverti con la musica attraverso la scoperta dei luogi della musica (Ist. Comprensivo Japigia I Verga); La Danza incontra la fantasia (Ceglie Manzoni Lucarelli); Il circo delle scienze (26° Monte S.Michele). 
Un contributo di duemila euro per 12 progetti pari merito al quarto posto: Cineforum per un’estetica della visione (classico Socrate); Laboratorio di scrittura e laboratorio teatrale (liceo B.Dottula); Imparando a crescere (Ist. Comprensivo Fraccacreta); La buona notizia (Ist. D.L.Milani); La scuola in mostra (Ist. Comprensorio Japigia II Torre a Mare); Laboratorio di fotografia creativa (Ist. Massari Galilei); la robotica educativa a scuola (Ist. Japigia I Verga); Clil in Geo (Ist. Umberto I S.Nicola); Cinema come mosaico di sguardi, voci e culture (XXVII Circolo Bari Palese); Sulle ali della legalità (Circolo didattico Poggiofranco); A scuola di amicizia (Circolo didattico S.F.Neri); Un viaggio tra arte e danze verso l’Europa (Re David). 
Infine, due progetti che hanno ottenuto a pari merito 75 punti (mille euro ciascuno il contributo): Oltre la scuola verso l’Università di Bari (Ist. Romanazzi) e Storie (In) Serie (ITE Marco Polo). 
“Ci auguriamo – auspica la Romano – che questi avvisi pubblici non siano ‘una tantum’, ma diventino una sorta di prassi su cui contare, facendo anche rete con i soggetti terzi del territorio come associazioni, parrocchie e comitati attivi in città. In due anni e mezzo di amministrazione della Giunta Decaro, la tematica ‘scuola’ è come la moltiplicazione dei pani e dei pesci: tali progetti hanno innescato un moltiplicarsi di ulteriori altri progetti spendibili sul territorio anche extrascolastico. Ed era proprio questo il senso che volevamo dare a questo bando, rendendoci fautori di un patrimonio culturale comune che valorizzi le passioni e i talenti dei nostri studenti. Siamo fieri di esserci riusciti. Le vostre scuole sono fondamentali per costruire la nostra società”. Presenti dirigenti scolastici e delegati di cui alcuni hanno voluto intervenire. Alberto Maiale, collaboratore della Presidenza del liceo Salvemini: “E’ nostro interesse manifestare piena soddisfazione per un’amministrazione che ci tiene alla scuola: non solo rete con le altre scuole, ma anche col territorio. Molti istituti scolastici restano aperti fino alle ore 20, ospitando altre realtà extrascolastiche. E questo è un tassello importante per migliorare ulteriormente la nostra città”. Il direttore didattico del XXVII Circolo Bari Palese, Eugenio Scardaccione: “Ringrazio l’amministrazione comunale ed in particolare l’Assessorato per l’invito a progettare iniziative di qualità a favore della cittadinanza. E’ stato intelligente estendere il contributo economico anche alle scuole di secondo grado e non solo a quelle del primo. Tuttavia faccio un accorato appello/invito a coinvolgere nella realizzazione del progetto del mio Circolo anche le scuole Fraccacreta di Palese e …di S.Spirito”. 
Unanime il grazie al Comune di Bari, da parte di tutti i dirigenti scolastici presenti, e dai loro delegati. 
Ecco di seguito i nomi di chi ha partecipato all’incontro: Angela Iacopino, Anna Mustich, Sabatina Aresta, Maria Nicola Mastrorocco, Luisa Verdoscia, Gerardo Marchitelli, Anna Maria Amoruso, Giuseppe Capozza, Irma D’Ambrosio, Santa Ciriello, Stefania De Franceschi, Giovanna De Giglio, Patrizia Rossini, Valeria Cristiano, Gabriele De Caro, Stefano Marrone.





Nessun commento