Ultim'Ora

Cinema. Sing: Il Talent Show più animato di sempre!

La locandina del film. (foto) ndr.

 di Giuseppe Gallo 

TARANTO 6 GEN. - Il teatro della città è sull'orlo del fallimento e il suo impresario, il koala Buster Moon, tenta l'ultima speranza per salvarlo: organizzare una gara di canto! Purtroppo, per un errore di stampa, il premio previsto di mille dollari si estende a cento mila verdoni! Ai provini si presentano in tantissimi, ma ne vengono selezionati solo sei: la maialina Rosita, il maiale Gunter, il topino Mike, il gorilla Johnny, la timida elefantessa Meena e la tochitarrista dalle tante spine Ash. Riuscirà questo piccolo cast a creare un grande spettacolo.Da qualche anno, oltre ai bambini, la grande fortuna dei cartoni animati è dovuta a una folta schiera di pubblico "under venti", cresciuto da sempre a pane e cartoon. Così l'evoluzione del cinema d'animazione non si rispecchia soltanto nella nell'utilizzo della sempre più realistica CGI, ma anche nella presentazione di trame più adulte, infarcite di dialoghi e con meno gag fisiche, accedute da grandi e piccini grazie alle numerose e variegate chiavi di lettura. Sing non fa eccezione, portando sullo schermo una comedy-drama animata. Il film di Garth Jennings (Guida Galattica per Autostoppisti), quindi, può annoverarsi come una piccola innovazione nel cinema d'animazione per famiglie. Johnny è un adolescente figlio di un rapinatore che, per colpa sua, finisce in prigione. Ash è una bravissima chitarrista, ostacolata dall'egocentrismo del suo fidanzato. Meena ha un grande talento, bloccato dalla sua enorme timidezza. Rosita è una casalinga repressa, vittima della routine familiare. Mike, infine, è uno spaccone sommerso dai debiti e inseguito dalla malavita.Tracciando i caratteri dei protagonisti, possiamo notare come di infantile ci sia ben poco, a parte qualche immancabile gag meccanica. Jennings, quindi, trasforma in cartoon i personaggi e gli eventi tipici di una commedia sul mondo della musica, caratterizzata da una trama insolita e accattivante, potenziata da una spettacolare CGI. Sing porta lo spettatore in un mondo colorato e spumeggiante, fatto di tenerezza, gioia e un po' di commozione, accompagnato da alcune fra le più famose canzoni della storia della musica. (Daniele Lo Cascio redazione di Taranto)





Nessun commento