Ultim'Ora

Estero. La prima conferenza stampa di Trump in 5 punti

Il Presidente USa D. trump. (foto Agi) ndr.

di Redazione

WASHINGTON (USA), 13 GEN. (AGI) - Nella sua prima conferenza stampa da presidente eletto, Donald Trump si difende dopo la diffusione di un dossier compromettente da parte della stampa Usa. "E' tutto falso", ha scandito davanti ai giornalisti riuniti nella sua Trump Tower di Manhattan, in una giornata segnata dalla rivelazione della Cnn di un presunto ricatto ai suoi danni da parte della Russia. "Informazioni personali e finanziarie compromettenti" sul presidente eletto, pubblicate integralmente da BuzzFeed, con l'avvertenza che si tratta di materiale non verificato. Solo 'fake news', ha ribadito Trump. 

"La Russia dietro gli hacker" 

"Credo che dietro l'hackeraggio delle elezioni vi sia la Russia, ma anche altri Paesi, altra gente", ha affermato Trump. Il presidente ha assicurato che farà produrre un rapporto sull'hackeraggio che ha colpito gli Usa. Ciononostante, il presidente Usa ha spiegato di auspicare "un rapporto migliore con Putin: sarebbe una cosa positiva, perché "piacere a Putin è un asset, non uno svantaggio". . 

"Dossier bufala", Trump attacca la Cnn "you're fake news" 

"Sono solo notizie false, nulla di quel che è scritto in quelle carte è mai accaduto. Sono cavolate messe in giro da gente malata. Non doveva essere diffuso il dossier" da parte di BuzzFeed. Un sito che "scrive un mucchio di spazzatura e la pagherà". E la Cnn che ha dato la notizia diffonde "fake news". Per questo Trump ha respinto la domanda del reporter della tv all news americana, suscitando le proteste dei giornalisti in sala.
"Non ho nulla da temere", ha aggiunto Trump. Prima di lui sul caso è intervenuto anche il vicepresidente Pence: "Diversi media hanno provato a delegittimare queste elezioni. E' irresponsabile che alcune testate abbiano diffuso notizie false su questo presunto dossier. Il popolo americano ne ha abbastanza". 

Le aziende ai figli 

"Saranno i miei figli a guidare le aziende". Trump annuncia di aver firmato le carte per cedere il controllo di tutto il suo impero ai figli Donald Jr ed Eric 

Apprezzo Fiat Chrysler e Ford 

"Apprezzo molto lo sforzo di Fiat Chrysler e Ford nell'investire negli Stati Uniti. Il clima qui è molto positivo", ha sottolineato Trump che ha parlato anche del suo incontro con Jack Ma, patron di Alibaba, "e con altre persone incredibili che vogliono investire qui negli Usa. 

Sarò il miglior produttore di lavoro 

"Sarò il miglior produttore di posti di lavoro che Dio abbia creato".





Nessun commento