Ultim'Ora

Taranto. ILVA: ancora slopping

Foto redazione Peacelink. (foto) ndr.
di Daniele Lo Cascio

TARANTO 24 GEN. - Con una ciclicità che non è indice di occasionalità si è ripetuto stamane un evidente episodio di slopping dalla Acciaieria 1 degli impianti ILVA a Taranto. Stamane infatti alle ore 7,28 una nube rossastra si è sprigionata nell'aria liberando le cosiddette emissioni non convogliate. Lo stesso episodio si era verificato il 12 gennaio u.s. ed era stato definito da fonti ILVA come generato da "accidentalità". L´associazione ecologista Peacelink stigmatizza in un comunicato come sia la stessa Ilva ad attestare con la sua documentazione una sistematicità ed una periodicità degli eventi emissivi: da gennaio a giugno 2016 Ilva ha infatti dichiarato nr.17 emissioni visibili per l'acciaieria 1 e nr. 35 emissioni visibili per l'acciaieria 2 (fonte Ilva, documenti pubblici sul sito del Ministero dell'Ambiente). Questi non sono numeri causati da un'accidentalità ma sono dati che attestano chiaramente la non attuazione delle prescrizioni AIA e il non corretto funzionamento degli impianti. La non attuazione delle prescrizioni AIA viene certificata anche dai verbali periodici di Ispra a seguito delle ispezioni nello stabilimento Ilva. In sintesi l'Ilva non rispetta ne la legge italiana ne quella europea in ambito di norme ambientali. Nello stesso comunicato Peacelik rende noto che tali evidenze saranno, oggi stesso, inoltrate presso la Procura della repubblica di Taranto e alla Commissione europea, a corredo del dossier relativo all'infrazione europea mossa nei confronti dell'Italia. (redazione di Taranto)





Nessun commento