Ultim'Ora

Teatro. Al Bravò, le Battagliere riconquistano la simpatia del pubblico con "Indossa un sorriso"

Una immagine dello spettacolo. (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 9 GEN. - Il compito delle Battagliere, fin dal loro esordio non è solo quello di far ridere, ma il loro ruolo è soprattutto divertire il pubblico indirizzandolo alla riflessione su problematiche quotidiane. Pupetta pur di salvare un matrimonio ormai alla deriva per amore dei suoi figli e per il bene della famiglia accetta situazioni umilianti. È sempre pronta però ad indossare un sorriso e a far finta di nulla. Questo l'aiuta a sopportare le avversità della vita. La performance di Dino Loiacono è un vero successo consolidato dal tutto esaurito nelle diverse repliche, ma soprattutto dall'affetto del pubblico che si accalca per poter entrare e soprattutto si mette in fila al termine dello spettacolo per poter portare con sé una foto ricordo al fianco delle Battagliere, un gruppo di attori capaci non solo di far ridere a crepapelle ma anche di commuovere. È il caso di "Indossa un sorriso " che rappresenta un concentrato di ilarità, ma è soprattutto l'espressione di una grande umanità in cui il pubblico si identifica e dove l'importanza dei valori e dei buoni sentimenti fanno da protagonisti. Con Ironia e levità vengono trattate problematiche di attualità come il pregiudizio, l'abbandono, l'infedeltà , la violenza sulle donne come anche la diversità e l'interazione interculturale. Un cast molto affiatato e idissolvibile quello di “INDOSSA UN SORRISO E…” di e con Dino Loiacono, Renzo Deandri, Pietro Genchi, Nicola Loiacono, Gianni Sardella, Maria Poliseno, Oronzo Di Landro. Uno spettacolo che per tutto il periodo natalizio ha avuto grande successo e continua con le repliche tutti i festivi e prefestivi, tutti i sabato ore 21:00 e domeniche e festivi ore 18:00 e 21:00 presso il Teatro Bravò (Ex-Cinema Salottino) via Stoppelli, 18 – Bari Un concentrato di buonumore capace di ridare allegria e voglia di vivere per affrontare con pazienza e allegria le avversità del quotidiano.





Nessun commento