Ultim'Ora

Acquaviva delle Fonti (Ba). Sventato furto di rame lungo tratta ferroviaria [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

I cavi di rame rinvenuti. (foto cc.) ndr.

di Redazione

ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA), 25 FEB. (Comunicato St.) - È successo nella nottata di ieri, quando una pattuglia dell’ Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, nell’ambito dei servizi di rafforzamento del controllo del territorio per prevenire i furti di rame, nel transitare nell’ agro di Acquaviva delle Fonti lungo la contrada Marchesana, ha sorpreso ignoti malfattori intenti ad aggrovigliare alcuni cavi in rame. I malintenzionati, accortisi della presenza dei militari, si sono repentinamente dileguati a piedi per le campagne limitrofe, lasciando sul posto il rame e due autovetture, una Fiat Bravo ed una Alfa Romeo 147. Nonostante le ricerche prontamente avviate, con l’ausilio di altre pattuglie accorse in loco, i malfattori approfittando del buio, sono riusciti a dileguarsi e a far perdere le loro tracce. Le prime indagini compiute dai militari intervenuti, hanno permesso di appurare che i cavi di rame, circa due quintali, erano stati precedentemente tranciati lungo la tratta ferroviaria “Bari-Taranto” e rimorchiati con le due autovetture abbandonate sul posto. Gli stessi veicoli sono risultati oggetto di due distinti furti avvenuti rispettivamente nelle date del 5 e 23 febbraio scorso nel comune di Molfetta. La refurtiva sottoposta a sequestra è stata restituita agli aventi diritto. Tuttora in atto sono le indagini finalizzate all’identificazione e al rintraccio degli autori del reato. 

Il materiale sequestrato. (foto cc.) ndr.
MODUGNO (BA): SCOPERTO DAI CARABINIERI BAZAR DELLA DROGA GESTITO DA UN 20ENNE E DUE MINORENNI. SEQUESTRATI 150 GRAMMI DI DROGA DIVISA IN DOSI. 3 ARRESTI E 5 ASSUNTORI SEGNALATI 

Ai Carabinieri della Stazione di Modugno non è sfuggita la presenza di tre ragazzi incensurati del luogo che, soprattutto nei fine settimana, erano soliti intrattenersi in un garage della centrale via Fleming con fare sospetto. Dopo alcuni servizi di osservazione, constatato che il motivo della loro presenza era quello di avere contatti con assuntori di sostanze stupefacenti, ieri sera è stato organizzato un servizio di osservazione nel corso del quale, all’apertura del garage, i Carabinieri sono intervenuti, procedendo al controllo, prima, dei tre giovani incensurati (un 20enne e due 17enni) che hanno aperto il garage e, poi, di altri 5 ragazzi sui 20anni che sono sopraggiunti per possibili acquisti di droga. L’immediata perquisizione del locale ha consentito, infatti, di rinvenire e sequestrare: circa 70 grammi di marijuana divisa in bustine; 9 dosi di cocaina per un peso di 5 grammi, circa 50 grammi di hashish divisi in dosi e 10 ovuli di cannabis tipo cheese per un peso complessivo di circa 40 grammi, oltre alla somma di circa 250 euro in contanti, ritenuta il provento dell’illecita attività. Tra gli oggetti rinvenuti e sequestrati non potevano mancare il bilancino di precisione, nastro adesivo, forbici e cellophane per il confezionamento della droga. I 5 potenziali acquirenti, quasi tutti incensurati, sono stati identificati e segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo quali assuntori di sostanze stupefacenti. Per i tre spacciatori sono scattate le manette. I due minorenni sono stati tradotti al Fornelli di Bari, mentre per il maggiorenne, con l’aggravante di aver coinvolto i due minorenni nell’attività di spaccio, si sono aperte le porte della casa circondariale di Bari.





Nessun commento