Ultim'Ora

Bari. Hashish, marijuana e pistola in casa. Scattano le manette per un giovane della citta’ vecchia [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO] [VIDEO]

La pistola, la droga e le banconote sequestrate. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 31 GEN. (Comunicato St.) - Nella tarda serata di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Bari San Nicola hanno proceduto all’arresto di M.L., censurato, 22enne del quartiere di Bari Vecchia poiché resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché detenzione illegale di arma da fuoco e munizioni. I Carabinieri hanno notato il soggetto in atteggiamento sospetto nei pressi della sua abitazione. Hanno, quindi, proceduto ad effettuare una perquisizione domiciliare: l’attenzione e la meticolosità degli operanti sono risultate fondamentali per il rinvenimento ed il successivo sequestro di un consistente quantitativo di stupefacente del tipo “hashish” e “marijuana” (rispettivamente 610 gr e 55 gr), abilmente occultata nella camera da letto, più precisamente all’interno della cabina armadio. Nel prosieguo dell’attività di ricerca, è stata altresì rinvenuta la somma contante di 3.600,00 euro, ritenuta provento dell’attività illecita di spaccio ed una pistola semiautomatica calibro 9x21 mm, con matricola abrasa, completa di serbatoio, unitamente a 24 cartucce dello stesso calibro. L’arma è risultata funzionante ed in perfetto stato di conservazione, motivo per cui sulla stessa sono in corso i dovuti accertamenti tecnici da parte della Sezione Investigazioni Scientifiche Carabinieri di Bari, tesi a stabilire un eventuale recente utilizzo in fatti di sangue. Per tali ragioni M.L. è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, tradotto presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

BARLETTA (BT): RUBAVA GASOLIO DA MEZZO UTILIZZATO PER LE CONSEGNE, ARRESTATO DAI CARABINIERI 

I Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno operato l’arresto in flagranza di reato di S.R., 34 enne barlettano di professione camionista, con precedenti per reati contro il patrimonio. Nello specifico è stato accertato che il soggetto, durante le consegne per mezzo del camion fornito dalla ditta per la quale presta servizio, prelevava furtivamente del gasolio, per poi riporlo, a mezzo di una pompa idraulica, in taniche di plastica, operazione quest’ultima svolta in un capannone di proprietà del fratello adibito a deposito di mezzi pesanti. Il proprietario dell’azienda, che aveva fatto montare delle microtelecamere sul camion per motivi di sicurezza, proprio andando a vedere quelle immagini, si è reso conto che S.R. prelevava furtivamente il gasolio. E’ così scattata la denuncia. I servizi di appostamento dei Carabinieri hanno fatto il resto. Infatti, proprio nel corso di uno dei soliti “travasi” sono saltati fuori allo scoperto ed hanno ammanettato l’uomo per furto in flagranza. Il gasolio sequestrato è stato restituito al proprietario dell’azienda ed il malfattore arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

 

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.
ACQUAVIVA D.F. (BA): SPACCIA ALLO SCALO FERROVIARIO. ARRESTATO PUSHER PRINCIPIANTE 

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Acquaviva delle Fonti, al culmine di una tempestiva attività d’indagine con l’attuazione di mirati servizi di osservazione, hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, C.D., 20enne del luogo, incensurato. I militari, seguendone gli spostamenti e gli atteggiamenti assunti, hanno sottoposto a controllo il giovane mentre stazionava presso lo scalo ferroviario del piccolo centro. Nella circostanza è stato trovato in possesso di due dosi di “marijuana”, confezionate in bustine di cellophane, verosimilmente destinata a giovani utilizzatori. La successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione di residenza ha consentito di rinvenire ulteriori n. 76 dosi della stessa sostanza, tutte confezionate allo stesso modo, tenute nascoste nel comodino della sua stanzetta. Complessivamente i militari hanno sottoposto a sequestro gr. 170 di marijuana destinata a giovani consumatori. L’arrestato, probabilmente alle prime esperienze, stamane è stato tradotto presso il Tribunale di Bari ove il Giudice ha convalidato l’arresto e condannato il giovane alla pena di anni 1 di reclusione ed €. 1.400 di multa, pena sospesa, disponendone la scarcerazione.





Nessun commento