Ultim'Ora

Bari. Tenta il suicidio, la Polizia lo salva usando lo spary al peperoncino [CRONACA DELLA P.S. ALL'INTERNO]

Controlli della P.S. a Bari. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 7 FEB. (Comunicato St.) - Ieri pomeriggio, a Bari, la Polizia di Stato ha salvato un giovane di 27 anni che aveva cercato di suicidarsi con un grosso coltello da cucina. La chiamata al 113, giunta dal padre del giovane, ha immediatamente allertato i poliziotti della Squadra Volante: presso l’abitazione della famiglia, nel quartiere Japigia, il ragazzo si era barricato in casa con sua madre, invalida e costretta su una sedia a rotelle. Dopo aver fatto ingresso nell’appartamento, con non poche difficoltà, gli operatori hanno trovato il giovane, in cucina, in piedi dietro un tavolo, mentre impugnava un grosso coltello da cucina col quale minacciava di trafiggersi il ventre. Durante la trattativa verbale intercorsa tra i poliziotti ed il 27enne, questi ha improvvisamente sollevato il coltello al fine di sferrare il fendente. Intuito che non vi era più possibilità di negoziazione, mediazione o dissuasione verbale, i poliziotti hanno utilizzato lo spray all'oleoresin capsicum, comunemente conosciuto come spray al peperoncino, da pochi giorni in dotazione alla Questura di Bari, spruzzandolo all’altezza del volto del giovane al fine di neutralizzarne l'azione autolesionistica. L’intervento ha disorientato il ragazzo che, costretto a portare istintivamente le mani sul viso, ha lasciato cadere il coltello. Immediatamente decontaminato, il giovane è stato soccorso da personale del 118 che lo ha accompagnato presso il Pronto Soccorso del locale Policlinico. 

- Sabato sera, a Monopoli, la Polizia di Stato, in collaborazione con la Guardia di Finanza, ha salvato un uomo che aveva tentato il suicidio. Nella serata di sabato un ragazzo in stato di forte agitazione, ha fermato una pattuglia delle Fiamme Gialle impegnata in servizio di controllo del territorio, manifestando preoccupazione per il proprio padre riferendo che il genitore, dopo aver cacciato dall'abitazione l'intera famiglia, vi si era barricato e non rispondeva a nessun tentativo di chiamata o contatto. I militari e i poliziotti della Squadra Volante del locale Commissariato di P.S. hanno raggiunto immediatamente l'abitazione, posta nel centro cittadino; il ragazzo infrangendo il vetro della finestra del primo piano e aprendo la porta d'ingresso ha permesso l’ingresso degli agenti. L’immediata perlustrazione dell’appartamento ha consentito di individuare l’uomo impiccato nella stanza da bagno. Un operatore della volante e un militare della G.d.F. sono intervenuti tempestivamente anche con tecniche di primo soccorso salvando la vita dell’uomo, che appariva già privo di conoscenza, poi affidato alle cure dei sanitari del “118”. L’uomo condotto presso l'Ospedale di Monopoli, ha ricevuto le cure del caso e attualmente non versa in pericolo di vita.





Nessun commento