Ultim'Ora

Barletta (Bat). Arrestato 44enne dalla Polizia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente [CRONACA DELLA P.S: ALL'INETRNO]

La droga e il materiale sequestrato. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 14 FEB. (Comunicato St.) - Nella giornata di ieri, a Barletta, la Polizia di Stato ha tratto in arresto Domenico CARLI, 44enne barlettano con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nell’ambito di specifici controlli mirati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, i poliziotti dell’Ufficio Anticrimine del locale Commissariato di P.S. hanno monitorato la zona del quartiere Barberini e, nei pressi di un bar, hanno notato il 44enne che si è avvicinato ad un giovane cedendogli un involucro e ricevendo in cambio del denaro. L’acquirente, notato l’arrivo degli agenti, è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce mentre il venditore è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale. L’uomo è stato trovato in possesso di una stecca di hashish del peso di 7 gr., occultata all’interno della cover del telefono cellulare, e della somma di 75 euro, suddivisa in banconote di piccolo taglio, ritenuta provento dell’attività illecita. L’attività di perquisizione, estesa all’abitazione dell’arrestato, ha consentito inoltre di rinvenire e sequestrare altri 53 gr. di hashish, la somma di 400 euro, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi, il tutto occultato all’interno della camera da letto. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

- Ieri pomeriggio, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto due baresi, un uomo di 40 anni con precedenti di polizia ed una donna di 30 anni incensurata, ritenuti responsabili di furto aggravato, in concorso, su autovettura. Nell’ambito dell’ordinario e costante servizio di controllo del territorio, i poliziotti della Squadra Volante hanno notato la coppia che si aggirava, con fare sospetto, nei pressi di un’autovettura parcheggiata lungo via Falcone e Borsellino. Mentre la donna faceva da “palo”, l’uomo con mossa fulminea infrangeva il finestrino dell’auto, apriva lo sportello, si impossessava di alcuni oggetti e, insieme alla complice, entrava in una seconda auto parcheggiata nelle vicinanze tentando di allontanarsi dal luogo. Prontamente fermati dagli agenti, i due sono stati sottoposti a perquisizione personale e sono stati trovati in possesso di uno zaino contenente un Ipad Apple, un personal computer riposto nella relativa custodia, un trolley, due borse in pelle, un martelletto frangivetro con punta in acciaio ed un paio di guanti in pelle. I successivi accertamenti hanno permesso di accertare che quanto rinvenuto era stato in parte asportato dalla vettura in questione ed in parte da una seconda auto parcheggiata nelle vicinanze. Al termine degli accertamenti di rito i due sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

- Si è costituito ieri sera, presso la Casa Circondariale di Trani, Vincenzo DI BISCEGLIE, pregiudicato classe ’71 di Minervino Murge, sfuggito agli arresti effettuati dalla Polizia di Stato lo scorso 7 febbraio, destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Trani. Il 45enne è ritenuto responsabile, unitamente ad altre 12 persone, a vario titolo, di numerosi furti in danno di istituti di credito ed esercizi commerciali commessi nel corso del 2016 nelle province di Bari, BAT e Matera. I poliziotti del Commissariato di P.S. di Andria hanno notificato l’ordinanza al 45enne, ormai braccato dall’intensa attività messa in atto dagli agenti; l’uomo deve rispondere, in particolare, di furto aggravato in concorso perpetrato in danno di uno sportello bancomat di un istituto di credito in provincia di Matera, detenzione e trasporto di materiale esplodente e ricettazione.





Nessun commento