Ultim'Ora

Foggia. A Parcocittà cinema e territorio, alla scoperta delle bellezze locali con “Ciak! Cinema di Capitanata”

La locandina (foto) ndr.

di Redazione

FOGGIA, 24 FEB. - Stimolare una coscienza territoriale tramite la proiezione di una serie di film che hanno visto la Capitanata prestarsi bene come set cinematografico E’ l’obiettivo fondamentale di "Ciak! Cinema di Capitanata", un progetto innovativo condotto da Bruno Ciavarella e Chiara Lo Mele, giovani membri del FAI – Delegazione di Foggia. L’idea alla base dell’iniziativa è quella di creare un format capace di promuovere la conoscenza del territorio sviluppando un accresciuto spirito di appartenenza alle proprie radici culturali.  Il Fai, la cui missione è principalmente quella di esaltare e preservare le bellezze italiane, ho pensato di coinvolgere a livello locale due organizzazioni senza scopo di lucro vicine alla propria causa: l'Ats che gestisce il progetto "Parcocittà e l'Associazione fotografica culturale "Scatto Matto".
Grazie a queste sinergie, il progetto potrà essere diffuso ad un maggior numero di partecipanti , garantendo così una portata maggiore in termini di presenze durante le proiezioni a Parcocittà, che si trova nel “cuore” di Parco San Felice.  La prima proiezione, prevista per il 24 febbraio,  sarà “A.A.A. Achille” diretto da Giovanni Albanese e con Sergio Rubini, che ha visto come set la città di Foggia. Il secondo film, in programma il 10 marzo, sarà invece “Amici come Noi”, che vede come protagonisti Pio e Amedeo e Monte Sant’Angelo come location cinematografica. Infine, “Le vie del Signore sono finite”, girato a Lucera con l’indimenticato Massimo Troisi.
Gli incontri conserveranno tutti lo stesso format: introduzione al film e all'attività del Fondo Ambiente Italiano (FAI) e dell'Ats che gestisce il progetto "Parcocittà"; presentazione dell' Associazione fotografica culturale "Scatto Matto"; visione del film; dibattito sulle tematiche affrontate nella pellicola scelta con il pubblico e/o gli attori protagonisti dei film.
Di particolare rilevanza, inoltre, l’opportunità di degustare prodotti tipici locali, che varieranno di pellicola in pellicola in base alla città, o al piccolo centro della Capitanata, scelti come set. 
Ad accompagnare personalmente questa promozione enogastronomica i Sindaci e/o gli Assessori alla Cultura facenti parte delle aree che vanno a costituire la Provincia di Foggia.
A completamento, la possibilità di poter visitare durante le giornate FAI di Primavera i luoghi che hanno ospitato le riprese delle pellicole cinematografiche proiettate a Parcocittà e che vedranno interessati non soltanto i delegati del Fondo Ambiente Italiano di Foggia ma anche le associazioni facenti parte dell'Ats che gestisce il progetto "Parcocittà" che, con competenza, accompagneranno con noi i visitatori in un viaggio che lega cultura e cinema, considerato universalmente “la settima arte”.
L'Associazione fotografica culturale "Scatto Matto", tramite il coinvolgimento dei propri soci, curerà la realizzazione di un contest fotografico a seguito delle visite che verranno effettuate durante le Giornate FAI di Primavera. Successivamente quindici delle foto presentate per il concorso verranno esposte a Palazzo Dogana, sede della Provincia, in Piazza XX Settembre  a Foggia.  Il Palazzo è uno dei più antichi e prestigiosi monumenti della città, sede della Galleria d'arte Moderna e Contemporanea e importante . La mostra sarà poi visitabile in “pianta stabile” a Parcocittà.
“Un grande esempio di sinergia e collaborazione - sottolinea il Capo Delegazione Nico Palatella -. Mai come questa volta ci auguriamo che altre organizzazioni seguano questo modello di promozione territoriale facendo rete con gli attori protagonisti del territorio; se la Capitanata può ancora farcela ad emergere dipenderà solo dalla presa di coscienza che l'unione fa la forza e che soli non si va in alcun luogo”.
“Crediamo che parlare di cinema  valorizzando ciò che di bello ha la nostra provincia sia il miglior modo di fare marketing territoriale – spiega Paolo delli Carri, operatore del progetto “Parcocittà”, che punta alla ristrutturazione e recupero della palazzina di Servizio e dell’Anfiteatro di Parco San Felice, concessi dal Comune di Foggia, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’ATS composta da Energiovane, Aquilone, Coop. MDM, Fondazione Apulia Felix e finanziato nell’ambito del piano di azione e Coesione “Giovani no Profit” dal Dipartimento della Gioventù e Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Foggia -. Abbiamo scelto come location delle proiezioni Parcocittà perché crediamo che Parco San Felice, luogo simbolo di ritrovo per tanti foggiani, possa riqualificarsi solo se più sinergie si uniscono per parlare di bellezza. E il linguaggio del cinema può”.





Nessun commento