Ultim'Ora

Attualità. “Prima che faccia buio”, a Foggia la tavola rotonda sulla violenza di genere

La locandina (foto) ndr.
di Redazione

FOGGIA, 2 MAR. - Sabato 4 Marzo 2017, dalle ore 17:00 alle ore 20:00, il nuovo Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio” di Foggia, punto di raccolta e vendita di oggetti usati, sarà teatro della Tavola Rotonda “Prima che faccia buio”, incentrata sulla tematica della violenza di genere, promossa dalla Cooperativa Sociale Coesi in collaborazione con la Cooperativa Sociale Scurpiddu e la scuola J.K.D. PROJECT. 

All’evento porteranno il loro prezioso contributo operatori e professionisti di spicco di istituzioni ed organizzazioni locali, impegnate a vario titolo nella lotta contro ogni forma di violenza subita dalle donne. Interverranno Lucia Palmieri, psicoterapeuta dell’Associazione “Impegno Donna” di Foggia, Alfonsina De Sario, Responsabile dell’”Ufficio Minori” della Questura di Foggia, Rosaria Capozzi, Presidente della Cooperativa Sociale “Il Filo di Arianna” , Lara Vinciguerra, Trainer per la comunicazione efficace Associazione “Logos”, Francesco Gitto, avvocato, scrittore ed autore del libro "Via le mani dagli occhi", M° Silvio Siliberti, Presidente dell’ Associazione Sportiva Dilettantistica “Jkd Project”. A moderare gli interventi Benvenuto Grillo, Presidente delle Cooperative Sociali “Coesi” e “Scurpiddu”. 

L’incontro si inserisce nell’ambito delle attività di solidarietà sociale e promozione culturale previste dal progetto “Coesi – Costruzione di Opportunità Sociali Educative Imprenditoriali”, presentato dalla Cooperativa Sociale Scurpiddu e finanziato da UniCredit Foundation – attraverso il Bando “Carta E 2014 – Strategie di Coesione Sociale a favore dei giovani”. 

La tavola rotonda si propone di informare e far conoscere alla cittadinanza la rete dei soggetti attivi nel territorio della Provincia di Foggia sui temi del contrasto alla violenza, dell'accoglienza e della protezione delle vittime, nonché del trattamento degli autori di violenza. Una violenza che cela diversi volti, talvolta sommersi, che si manifesta sotto forma di abuso fisico, sessuale, psicologico, economico fino ad arrivare al femminicidio, la violazione più estrema dei diritti umani. Senza contare le devastanti ripercussioni della violenza di genere intrafamiliare sui minori. 

Il fenomeno ha radici storico-culturali profonde che vanno rintracciate nell’asimmetrica relazione di potere tra uomini e donne, avallata da atavici retaggi e precetti religioso-giuridici che pongono la donna in posizione subordinata e sottomessa rispetto all’uomo. In questo senso, le parole chiave per combattere la violenza sulle donne, di cui si discuterà ampiamente nel corso del dibattito, sono principalmente: prevenzione, educazione, cultura e denuncia. Prevenire la violenza significa dunque educare, sensibilizzare ed informare in modo corretto, soprattutto a partire dalle giovani generazioni, da un lato estirpando l’humus culturale che la nutre, dall’altra educando le donne a collaborare con le istituzioni, denunciando ogni forma di violenza subita, prima che faccia buio e sia troppo tardi per intervenire. 

In occasione della tavola rotonda verrà presentato un corso di difesa personale a cura del M° Silvio Siliberti, rivolto prevalentemente a donne di tutte le età, da realizzarsi dal mese di Marzo, presso il Centro di Riuso Solidale “Il Formicaio”, il quale farà da apripista ad una serie di percorsi laboratoriali afferenti all’arte, al riciclo ed agli antichi mestieri, che verranno inaugurati a partire dal 13 Marzo e realizzati presso Il suddetto Centro di Riuso. 

La Cooperativa Sociale Coesi ha scelto di aderire alla campagna di sensibilizzazione “Posto Occupato” e invita tutti i cittadini a sostenere l’iniziativa con un gesto di solidarietà. Chiunque lo desideri potrà lasciare simbolicamente un fiore o un altro oggetto sulla sedia vuota, identificata con un capo femminile di colore rosso, riservata idealmente alle donne maltrattate, molestate e uccise. 

Per ulteriori informazioni:

Cell.: 3297919071 / 3938298549 






Nessun commento