Ultim'Ora

Bari: al Teatro Purgatorio, Mariella Nava presenta la sua “Epoca"

Una immagine dello spettacolo. (foto M.C.) ndr.

di Maria Caravella

BARI, 13 MAR. - Presso il Teatro Purgatorio, Mariella Nava talentuosa cantautrice italiana, apprezzata anche a livello internazionale, ha incontrato il pubblico di terra di Bari, per la presentazione del suo nuovo CD, dal titolo“Epoca”. Una splendida occasione di confronto con il pubblico e con la Stampa, che la Nava ha voluto realizzare in occasione del coronamento dei trent’anni di carriera, iniziata con il suo primo festival di Sanremo nel 1987. A quattro anni dal suo ultimo disco “Tempo mosso”, “Epoca”, rappresenta uno spaccato di quotidianità che mette a nudo l'epoca in cui viviamo con tutti i suoi valori e le sue contraddizioni . Un album che intende mescolare la tradizione e il futuro della produzione di Mariella Nava, che scrive, interpreta, suona, arrangia, circondandosi dei suoi più affezionati musicisti. Sul palcoscenico del Purgatorio, la cantautrice tarantina si è esibita al piano accompagnata da Sasà Calabrese, al basso e da Roberto Guarino alla chitarra. A condurre la serata, facendo da interfaccia con il pubblico in platea, Il poliedrico Giuliano Ciliberti che con brio e professionalità ha moderato i numerosi interventi e domande poste dal pubblico e dalla stampa alla bravissima cantautrice. L'evento è stato anche l’occasione per riascoltare dal vivo, alcuni dei brani più celebri di Mariella Nava, come “Così è la vita”, “Piano inclinato”, “Mendicante”, senza dimenticare “Per amore”, interpretata anche da Bocelli, “Come mi vuoi” scritta per De Crescenzo, “Spalle al muro”, meglio ricordata come “Vecchio”, portata al successo dal mitico Renato Zero nel "91. Per l'occasione la Nava si è mostrata molto disponibile e colloquiale con il suo pubblico, attenta come suo solito alle tematiche culturali e sociali della sua "Epoca" . Cercando di analizzare con i presenti quelle che possono essere alcune delle problematiche più rilevanti della società in cui viviamo, mostrandosi sempre vicina e solidale nei confronti del sociale, sua caratteristica peculiare, tanto da permetterle di ricevere numerosi​ riconoscimenti, tra cui l’onorificenza di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Una serata molto bella che ha dato ulteriore lustro al Teatro Purgatorio di Bari che ha sempre ospitato nel corso della sua attivitàartisti di grande valore.





Nessun commento