Ultim'Ora

Bari. La Polfer arresta su treno a lunga percorrenza un uomo in esecuzione di provvedimento restrittivo

Un arresto della Polfer su treno. (foto P.S.) ndr.

di Redazione

BARI, 9 MAR. (Comunicato St.) - Nell’ambito d’intensificati servizi di vigilanza predisposti dal Dirigente del Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise, finalizzati al contrasto di fenomeni illegali nelle Stazioni ed a bordo dei treni, personale della Polizia Ferroviaria di Bari, nella notte decorsa, durante l’attività di scorta viaggiatori sul treno ICN 765 (Milano-Lecce), procedeva al controllo di un uomo, T.D. cinquantasettenne siciliano. Interrogata la Banca dati delle Forze di Polizia, lo stesso annoverava numerosi precedenti penali nonché un mandato di cattura, emesso dalla Procura della Repubblica di Palermo, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 3 e mesi 5 di reclusione perché condannato per bancarotta fraudolenta. Con la collaborazione della Polizia Ferroviaria del Compartimento Marche, la persona veniva ristretta presso la Casa Circondariale di Ancona a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dall’inizio dell’anno, gli uomini del Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, nell’ambito delle Stazioni ed a bordo dei treni della lunga percorrenza e delle tratte regionali, hanno sottoposto a controllo circa 30.000 persone di cui 4.543 di nazionalità straniera; 16 le persone straniere rintracciate la cui posizione è risultata irregolare sul territorio nazionale. Otto sono state le persone tratte in arresto per reati di varia natura e 33 quelle denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria. Assicurata la presenza di pattuglie della Specialità su 326 treni.





Nessun commento