Ultim'Ora

Bari. Presentazione del libro "Il selfie di Dorian Gray" di Michele Mirabella alla Feltrinelli

Una immagine dell'incontro. (foto A.G.) ndr.

di Anna Gomes

BARI, 26 MAR. - Oggi pomeriggio alle 18, é stato presentato il libro "Il selfie di Dorian Gray" di Michele Mirabella (Armando editore, 2016) alla Feltrinelli di Bari. L'autore pugliese di Bitonto, il prof. Michele Mirabella, ha egregiamente intrattenuto il pubblico per quasi due ore, soffermandosi sull'uso eccessivo del cellulare per scattare selfie in continuazione, e ritornando ad autori importanti del passato, quali appunto Oscar Wilde, che fece del proprio autoritratto un'immortalazione della propria figura di poeta e scrittore, da tramandare ai posteri. Un' esplorazione dunque degli strumenti antichi e moderni per comunicare. Il libro di Mirabella inizia proprio parlando di Kim Kardashian, attrice televisiva e imprenditrice statunitense, e da oggi recordman del selfie. Infatti "Kim si sarebbe fotografata seimila volte in quattro giorni, riposando tra un click e l'altro e spizzicando qualcosa" scrive Mirabella nel suo libro. "Attraverso il selfie, si cerca disperatamente di comunicare con sé stessi, ma quest'ultimo è figlio di un uso malinteso dello specchio. Come il Narciso del mito,che si specchiava nelle acque del fiume e si compiaceva della sua bellezza, il selfista è catturato da un'immagine di sé per poi innamorarsene e trasformarla nel biglietto da visita con cui si presenta al mondo." "Oggi siamo capaci di scattare migliaia di selfie al giorno, illudendoci di fermare l'attimo e di creare un immagine eterna di noi stessi." "Internet, sostiene Mirabella, é uno strumento molto utile e veloce per ricevere comunicazioni, ma non deve sostituire la nostra vita reale, come spesso accade nella realtà" conclude. Quando, dal pubblico presente, hanno chiesto al professore, regista, autore ed attore di teatro cinema e televisione, in che cosa è cambiata la televisione oggigiorno, risponde che purtroppo la televisione pubblica ha perso spessore culturale perché è diventata televisione commerciale innanzitutto. Insomma il libro di Mirabella e' un interessante Vademecum sulla comunicazione di ieri ed oggi.





Nessun commento