Ultim'Ora

Calcio. Tifosi biancorossi in delirio dopo le vittorie con Benevento e Brescia. E sabato sfida con l'Entella dell'ex Caputo

Stefano Colantuono. (foto com.) ndr.

di Massimo Resta 

BARI, 2 MAR. - Le due vittorie consecutive ottenute ai danni del Benevento, in trasferta, e del Brescia, in casa, non solo hanno rilanciato le quotazioni del Bari ma hanno anche galvanizzato i tifosi biancorossi, che finalmente possono plaudire una squadra che gioca bene e fa risultato. I meriti sono da attribuire al tecnico Colantuono, la cui competenza calcistica è indiscutibile, ed al direttore sportivo Sogliano, che al mercato di riparazione di gennaio ha saputo portare nel capoluogo pugliese uomini di esperienza esperti del torneo cadetto e della massima serie. Il volto dell'undici barese è cambiato. Ora è una squadra con le carte in regola per giocarsi ai play off la promozione in A e, pertanto, temuta dalle dirette concorrenti. Peccato che l'avvio di stagione non sia stato promettente, a causa di scelte societarie sbagliate, altrimenti il Bari avrebbe oggi molti punti in più in classifica, con la possibilità di lottare per il salto diretto in serie A. Ora, dunque, come sottolineato dallo stesso Colantuono, la squadra biancorossa dovrà proseguire sulla strada attuale, potendo contare su un gruppo che è in grado di compiere qualsiasi impresa. A partire da sabato 4 marzo, giorno in cui il Bari sarà impegnato in trasferta con l'Entella dell'ex Ciccio Caputo. L'imperativo è di fare risultato, evitando di commettere passi falsi. Floro Flores, Galano e compagni hanno la forza di cogliere l'intera posta in palio contro l'undici ligure. I tre punti rafforzerebbero la posizione di alta classifica del Bari, che farebbe sognare ancor di più i propri sostenitori. Ma l'obiettivo non sarà facile da centrare poiché l'Entella ha 39 punti in classifica ed è a sole quattro lunghezze dalla compagine di Colantuono che è attualmente quinta in graduatoria con 43 punti. In Liguria al Bari non mancherà il caloroso sostegno dei propri tifosi, che numerosi saranno al seguito della propria squadra del cuore.





Nessun commento