Ultim'Ora

Caso Moro. Ore 09:02, a scuola una campanella per ricordarlo

La strage di Via Fani (foto Roberto Bartali) ndr.
di Nico Baratta

ROMA, 14 MAR. - Il titolo è chiaro. Sono trascorsi 39 anni dall’eccidio di Via Fani, in Roma, quando fu trucidata la scorta del Presidente DC Aldo Moro che poi fu rapito. E sono 39 anni che la verità non emerge del tutto e che ogni anno si ricorda il nefasto evento. Certo, il tempo ha smussato acredini storiche che hanno cambiato la storia dell’Italia, ma non hanno mutato il ricordo di chi persegue la verità e l’importanza della vita strappata dalle pallottole. Giovedì 16 marzo 2017, come detto, ricorre il 39esino anno dall’eccidio di Via Fani e l’On. Gero Grassi, Vice Presidente dei Deputati del PD e membro della Commissione Parlamentare per l’inchiesta sul Caso Moro, ha lanciato un invito tanto singolare quanto importante. Un invito formativo, a mio avviso deontologicamente istruttivo per l’educazione a ricordo della nostra storia, del nostro BelPaese. 

«In occasione del prossimo 16 marzo, trentanovesimo anniversario dell'eccidio di via Fani –afferma Gero Grassi-, alcuni istituti scolastici hanno accolto il nostro appello a ricordare il rapimento del presidente della DC Aldo Moro e l’uccisione di tutti gli agenti della sua scorta, facendo suonare la campanella alle 9:02, ora dell'agguato. Sarà quello l’invito rivolto agli alunni ad un minuto di raccoglimento, cui faranno seguito dibattiti e approfondimenti. Siamo felici che molti presidi e docenti abbiano raccolto la nostra proposta che, spero, sarà seguita da molte altre scuole». 

L’iniziativa è lodevole e merita attenzione e soprattutto pratica. L’invito è che i dirigenti scolastici, spero tutti e a prescindere da credi, appartenenze, ideali, che non devono mai interferire con l’istruzione, l’educazione e la formazione degli studenti, giovedì 16 marzo 2017, alle ore 09:02, facciano suonare la campanella e che dedichino un po’ di tempo per spiegare agli studenti il perché. Basta poco per render grande un momento formativo che oggi è riportato nei testi storici scolastici. Del resto se l'eccidio è riportato nei libri, non comprendo perché non spiegarlo anzitempo e renderlo parte “sonora” per alcuni secondi.

Comunque, per chi volesse approfondire l’attività della Commissione parlamentare sul Caso Moro può visitare il web site www.gerograssi.it, troverà documenti interessanti e inediti. 






Nessun commento