Ultim'Ora

La Grande Guerra. Approda a Ruvo di Puglia (Ba) la mostra dell'Esercito sul primo conflitto mondiale

La locandina dell'evento. (foto M.R:) ndr.

di Massimo Resta 

RUVO DI PUGLIA (BA), 23 MAR. - Inaugurata dal sindaco di Ruvo di Puglia Ninni Chieco e dal Generale di Brigata Mauro Prezioso, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, approda anche nella cittadina barese la mostra di documenti, cartoline e cimeli intitolata “La Grande Guerra. Fede e valore”, curata dall’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito e allestita nel salone d’ingresso del Comando della Polizia municipale. L'esposizione documentaria, dopo Bari, Molfetta, Taranto, Brindisi, Foggia e Lecce, giunge, dunque, a Ruvo di Puglia in occasione dell’anniversario della ricollocazione della Statua in onore dei Caduti della 1^ Guerra Mondiale. La mostra, curata dal Comando Militare Esercito ”Puglia”, è promossa nell’ambito delle manifestazioni commemorative del Centenario del Primo Conflitto Mondiale. Attraverso le immagini dei pannelli didattici, i visitatori potranno rivivere i tragici avvenimenti del primo conflitto mondiale. Si parte dall’inizio del novecento, per proseguire con il 1915 e la presenza del Regio Esercito, la mobilitazione civile e le gravi conseguenze della guerra per la Nazione, colpita sia dai bombardamenti che dalla crisi economica, per arrivare alle “memorie di pietra”, quei monumenti edificati nel periodo post bellico in onore ai Caduti, dal più famoso “Altare della Patria” al monumento ai Caduti di Ruvo di Puglia. L’esposizione, oltre a cimeli, uniformi, copricapo ed elmetti d’epoca e stampe, messi generosamente a disposizione dai collezionisti privati Franco Tria e Piero Violante, contiene anche una collezione esclusiva di trentasei cartoline litografiche, nate da bozzetti che Tommaso Cascella realizzò traendo ispirazione dalla sua esperienza di corrispondente di guerra per la rivista “La Grande Illustrazione” diretta dal padre Basilio Cascella. Le cartoline, frutto di un percorso di diretta e personale testimonianza dei fatti che sconvolsero l’Europa e l’Italia dal 1914 al 1918, riproducono scene disegnate o dipinte “in diretta” sul fronte delle operazioni belliche. L’inaugurazione della mostra è stata preceduta dalla cerimonia dell’Alzabandiera presso piazza Bovio, e da un concerto della banda della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 26 Marzo, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 21. Sono previste visite guidate per gruppi e scolaresche a cura del Comando Militare Esercito “Puglia” e dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, sezione di Ruvo di Puglia. Una storica occasione, soprattutto per gli alunni e gli studenti ruvesi, per rivivere la nostra storia non attraverso i libri di testo ma con l'ausilio dei cimeli in mostra. Elmetti, divise, bandiere tricolori e disegni illustrati di un conflitto che ha segnato la storia d'Italia. Il programma proseguirà il 25 marzo con il giro della fanfara dei bersaglieri per le vie cittadine, il corteo di autorità civili e militari ed associazioni, la Santa messa in suffragio dei caduti ed il concerto in piazza Matteotti della Fanfara dei Bersaglieri. Domenica 26 marzo la conclusione delle celebrazioni in onore dei caduti.





Nessun commento