Ultim'Ora

Molfetta (Ba). Alla fermata dell’ autobus con due borsoni pieni di droga. Arrestato un pregiudicato [CRONACA DEI CC. ALL'INTERNO]

La droga sequestrata. (foto cc.) ndr.

di Redazione

BARI, 17 MAR. (Comunicato St.) - A Molfetta i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un uomo, pregiudicato 34 enne del luogo, che attendeva un autobus di linea, diretto a Bologna, con a seguito un borsone ed un trolley carico di droga. I militari, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato un giovane, noto per essere già stato arrestato con l’accusa di spaccio di droga, nei pressi della fermata del bus che porta a Bologna. Il giovane stringeva fra le mani due bagagli. I militari, insospettiti, hanno deciso di sottoporlo ad un accurato controllo ma lo stesso, immediatamente, mostrava segni di insofferenza. Alla richiesta di esibire il contenuto dei bagagli opponeva un netto rifiuto; all’interno, infatti, celava fra gli indumenti un pacco incellofanato contenente marijuana, per un peso di un kilo, nonché tre buste di cocaina, di cui una in confezione sotto pressione, per evitare la fuoriuscita dell’odore, per un peso complessivo di 100 grammi. Il tutto, molto probabilmente destinato ad essere smerciato nel luogo di destinazione. L’uomo non ha saputo dare spiegazioni certe in merito al possesso della droga, riferendo di non essere il proprietario dei bagagli. I militari hanno quindi arrestato l’uomo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e tradotto presso il carcere di Trani. 

Controlli dei cc. di Minervino. (foto cc.) ndr.
MINERVINO MURGE (BT): CONTROLLI DEI CARABINIERI. UN ARRESTO SU ORDINE ESECUZIONE PENA E SEGNALATI CINQUE GIOVANI ASSUNTORI DI SOSTANZE STUPEFACENTI 

Si fa sempre più incisiva l’attività di controllo dei Carabinieri della Compagnia di Andria sul territorio compresi i Comuni di Spinazzola e di Minervino Murge. Proprio in quest’ultimo Comune, i militari della locale Stazione, mettendo in atto un adeguato dispositivo al fine di prevenire e reprimere i reati inerenti lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti, nei giorni scorsi, hanno setacciato l’intera giurisdizione, in particolare quelle zone dove sono state segnalate presenze di probabili spacciatori ed assuntori. I controlli sono stati effettuati nei pressi dei principali locali notturni e sulle principali arterie stradali del comune murgese. Gli esiti hanno consentito di segnalare alla Prefettura di Barletta-Andria-Trani, ben cinque persone dedite al consumo di droghe, le quali sono state trovate in possesso di sette grammi complessivi di marijuana e sei di hashish. In particolare le sostanze sono state occultate nei vani portaoggetti dei ciclomotori e delle autovetture, controllate nel corso dei posti di controllo, in altri casi nelle tasche degli indumenti. Qualcuno ha addirittura pensato di celare le dosi tra i libri scolastici, inserendole tra le…materie (poco) didattiche della giornata. In altra circostanza, non legata al mondo della droga, i Carabinieri hanno arrestato su ordine di esecuzione emesso dal Tribunale di Trani, R.P., 61enne di Minervino, dovendo espiare qualche mese di reclusione per i reati di truffa, estorsione, bancarotta fraudolenta ed altro. L’uomo sconterà la pena presso il proprio domicilio.





Nessun commento