Ultim'Ora

Teatro. Al Duse con "Una domanda di matrimonio" divertimento e riflessione ponderata

Una imagine dello spettacolo. (foto M. C.) ndr.

di Maria Caravella

BARi, 25 MAR. - Continua con successo la stagione del Teatro Duse di Bari, con una messinscena molto divertente e di qualità. Si tratta di "UNA DOMANDA DI MATRIMONIO", dramma comico di Anton Cechov & IN TRE… NO . Due lavori d'autore, rivisitati in chiave comica da un estroso e lungimirante Gianni Ciardo, che con l"ausilio di un cast composto da talentuosi attori come: Luigi Angiuli, Tiziana Gerbino, Vito Latorre , e Bruno Verdegiglio è riuscito a portare sulla scena un adattamento importante, con una regia briosa ma allo stesso tempo incisiva e significativa. Si tratta di due storie che hanno incontrato le simpatie del pubblico: la prima "Una domanda di matrimonio", racconta di antichi dissapori tra vicini di casa, con proprietà confinanti, che riportano alla luce con una piccola disputa la contesa sulla proprietà di un prato a confine tra i due contendenti. Il tutto viene miracolosamente dimenticato in virtù proprio della domanda di matrimonio che coinvolge il figlio e la figlia dei due proprietari. In "In Tre No", si parla comunque di un matrimonio e di come salvarlo con eleganza e possibilmente senza rancori. Metafora degli eventi diventa il viaggio in un treno e il modo per determinare la posizione e il numero dei passeggeri in carrozza del medesimo treno. Qui il Teatro diviene la similitudine di una vita intelligente che mette in evidenza la verità e gestisce gli equivoci. Uno spettacolo da non perdere, dove vi divertirete un mondo, con una comicità intelligente e l'interpretazione di un cast d'eccezione che racchiude nomi importanti anche a livello nazionale.





Nessun commento