Ultim'Ora

Calcio. Foggia a Catanzaro altri tre punti promozione

Matteo Di Piazza. (foto com.) ndr.

di Mario Schena 

FOGGIA, 5 APR. -  Ultimo turno infrasettimanale per la Lega Pro con il Foggia impegnato nella difficile trasferta di Catanzaro dove per i rossoneri era fondamentale fare risultato. La squadra di Erra sedicesima in classifica si trova in piena zona play-out. I giallorossi venivano dalla importante vittoria sul Catania, confermandosi in leggera ripresa e comunque dimostratasi squadra sempre ostica in casa. Foggia privo di Martinelli per squalifica ed Agazzi per infortunio schierati al loro posto Figliomeni e Gerbo, tenuti fuori, rispetto a domenica, anche Di Piazza, Chiricò e Deli. Di nuovo titolare dal primo minuto Sarno sulla fascia destra e lo spagnolo Sainz Maza a sinistra, Agnelli al posto dell’ex della Paganese. 
Gara diretta dal signor Luigi Pillitteri della sezione arbitrale di Palermo assistito da Salvatore Sangiorgio e Alessandro D´Annibale, rispettivamente di Catania e Marsala. Il Foggia vince due a uno e si conferma cinico e concreto dando prova di maturità e superiorità tecnica e tattica con un Mazzeo determinante. Primo tempo a ritmo blando e privo di particolari emozioni. Il Foggia è padrone del campo, ma punge molto poco, anzi è il Catanzaro ad andare vicino al gol, dopo due minuti dal fischio di inizio, con un colpo di testa di Sarao su punizione calciata da Giovinco che termina fuori non di tanto. Il Foggia cerca gli spazi utili per far male, ma i calabresi sono ben posizionati in campo. Al tredicesimo Mazzeo mette in rete di testa, ma la sua posizione è ritenuta irregolare e il gol viene annullato. Al trentacinquesimo Guarana serve con un rinvio maldestro Mancuso che cerca il gol con un pallonetto da fuori campo che per fortuna dei rossoneri termina alto sulla traversa. Non accade più nella e il direttore di gara senza concedere recupero manda tutti negli spogliatoi. Ripresa a ranghi inizialmente invariati così come il ritmo della gara. Ci prova il catanzaro a pungere di tanto in tanto e lo fa al nono con Giovinco che tira però centralmente e non impensierisce l’estremo difensore rossonero. Stroppa cerca di dare più incisività alla manovra e peso all’attacco ed inserisce Deli e Di Piazza al posto di Agnelli e Sainz Maza. 
Al diciassettesimo proprio Di Piazza, bene servito da Mazzeo, manda alto dal limite dell’area. Dopo due minuti dentro anche Chiricò al posto di Sarno. I cambi danno il loro frutto e Chiricò, al trentaduesimo pennella per la testa di Di Piazza che schiaccia in gol. Il Catanzaro accusa il colpo, sbanda e si becca il raddoppio dei rossoneri firmato da Mazzeo che servito in area di esterno destra manda sul secondo palo anticipando l’uscita di De Lucia. La gara sembra chiusa, ed invece no, il Catanzaro dopo due minuti va in gol con un bel rasoterra dal limite di Maita che si spegne nell’angolino basso alla destra di Guarna rimasto immobile. I giallorossi ci credono, ma si aprono troppo rischiando di capitolare in pieno recupero se non fosse il palo, al novantaduesimo, a fermare il tiro a giro di Chiricò pescato in area da Deli e lasciato incredibilmente solo. Lontano dallo Zaccheria il Foggia ha raccolto ben trentadue punti in diciassette partite con ventidue gol realizzati e 15 incassati, inanellando l’ottava vittoria consecutiva. Il passo è decisamente da promozione.





Nessun commento