Ultim'Ora

Calcio. Nona vittoria consecutiva ed il Foggia vola verso la Serie B

Il Foggia festeggia la vittoria. (foto com.) ndr.

di Mario Schena 

FOGGIA, 9 APR. - Foggia padrone del Campionato ed oggi più che mai con un piede e mezzo in serie B. Nona vittoria consecutiva con i ragazzi di Stroppa che “asfaltano” con tre gol la Casertana. Foggia unica squadra in campo anche a Caserta, seconda trasferta consecutiva, ma al contrario del Catanzaro sconfitto sette giorni fa, la Casertana, ottava in classifica con quarantacinque punti ed in piena corsa per i play-off, costituiva un avversario decisamente di caratura tecnica superiore. La gara è stata diretta, e bene, da Fabio Piscopo di Imperia, assistito da Maurzio Loni di Cagliari e da Salvatore Affatato della sezione VCO (Verbania - Cuneo - Ossola). 
Foggia con Martinelli rientrante dalla squalifica, Agnelli al posto di Agazzi infortunato, in panchina va Gerbo. Giornata calda e curva sud gremita da oltre ottocento supporters rossoneri. Primo brivido già al secondo minuto con Ramos che rischia l’autorete con un avventato colpo di testa all’indietro che costringe Ginestra alla deviazione in tuffo in angolo. Dopo tre minuti il portiere campano respinge una conclusione di Chiricò. Dopo due minuti è Deli a sfiorare il palo alla destra di Ginestra. Il Foggia spinge e il cross di Rubin porta alla conclusione a volo di Mazzeo e alla respinta del portiere rossoblù. Il Foggia meriterebbe il gol, ma la traversa al quarantaquattresimo dice no al calcio di punizione di Coletti. E’ il preludio al vantaggio del Foggia che arriva dopo un minuto con Mazzeo che spizza di testa il calcio piazzato battuto dalla destra da Chiricò mettendo la sfera nell’angolo alla sinistra dell’estremo difensore rossoblù. Tutti negli spogliatoi e ripresa con le stesse formazioni del primo tempo. Passano tre minuti ed il Foggia chiude di fatto la gara. Mazzeo lancia Di Piazza che entra in area e sulla ribattuta di Ginestra, che gli ferma il primo tiro, mette la palla in rete. 
Al quinto è l’incrocio dei pali a negare ancora una volta il gol a Coletti su calcio di punizione e sulla ribattuta Ginestra compie un miracolo deviando in angolo la conclusione di Agnelli. Il terzo gol del Foggia arriva al diciassettesimo. Chiricò lanciato a rete si fa chiudere da Ginestra, sulla sfera si avventa Agnelli che viene messo giù dal portiere della Casertana. Sul dischetto va Mazzeo che non perdona piazzando la sfera nell’angolo alla destra di Ginestra. E’ l’ultima emozione della partita. I rossoneri controllano la gara che la Casertana non ha né le energie fisiche né quelle mentali per riaprire. Adesso al Foggia manca davvero poco per stappare quello spumante rimasto in frigo diciannove anni.





Nessun commento