Ultim'Ora

Canoa. A Taranto venti medaglie per il Circolo Canottieri Barion

Il gruppo Barion a Taranto. (foto com.) ndr.
Fra gara Open 1000 e 500 metri e Canoagiovani conquistati 13 ori, 5 argenti e 2 bronzi

di Redazione

TARANTO, 27 APR. (Comunicato St.) - A Taranto il Circolo Canottieri Barion fa tredici, tanti quanti sono gli ori conquistati fra gara Open 1000 e 500 metri e Canoagiovani. Sullo Ionio arrivano anche cinque argenti e due bronzi, per un totale di venti medaglie in una sola competizione. Fra i giovanissimi in gara sui 200 metri, primeggia Vitandrea Quaranta, classe 2004, nel K1 Cadetti, come pure Cosimo Caterino, nato nel 2008, nel K1 4.20 Allievi. Sia sui 1000 che sui 500 metri, primo posto per i 16enni Andrea De Pascali e Lella Giordana nel K1 Ragazzi, per Cesare Valerio Lisco (2000) nel C1 Senior ed Attilio Buttiglione (1999) nel K1 Junior. Per Giordana, un terzo oro arriva nel K1 Junior sui 500 metri, distanza che incorona nuovamente De Pascali e Buttiglione nel K2 Junior. Sui 2000 metri festeggiano infine il figlio d'arte Riccardo Carella (2006) e Matteo Vincenzo Natuzzi (2005), nel K2 5,20 Allievi B. Il K2 5,20 composto da Carella e Natuzzi ottiene anche un argento sui 200 metri, sempre fra gli Allievi B: Carella ottiene un secondo posto anche da singolista nel K1 4,20 Allievi B, proprio come suo padre Michele sui 1000 metri, nel K1 senior. Seconda piazza all'appannaggio anche di Gianluca Marinelli (2003) nel K1 Cadetti, sia 200 e sui 2000 metri. K1 di bronzo, invece, con Buttiglione fra i Senior, sui 500 metri, e con Francesco Manzari (classe 2004) fra i Cadetti A, sui 2000 metri. Nel gruppo del Circolo Canottieri Barion accompagnato a Taranto dai tecnici Antonio Cellamare e Maurizio Campobasso, anche Andrea Greco e Domenico Fortunato, entrambi nati nel 2004 ed in gara fra i Cadetti. Per i due 13enni, appena aggregati alla sezione coordinata da Michele Carella, rispettivamente alla prima e alla seconda esperienza agonistica. Nella giornata di gare, a medaglia anche Lega Navale Bari, Lega Navale Molfetta e la locale Taranto Canoa.



Nessun commento