Ultim'Ora

Difesa. L’Esercito non dimentica: Consegnata la Croce al Merito di Guerra al figlio novantenne di un combattente disperso

Il momento della consegna della Croce. (foto E.I.) ndr.

di Magg. Mauro Lastella

TERLIZZI (BA), 22 APR. -  Il Comandante Militare territoriale dell’Esercito in Puglia, Generale Mauro Prezioso, ha consegnato al novantenne Gioacchino Oreste, figlio del combattente Domenico Oreste, il brevetto e la Croce al Merito di Guerra, in riconoscimento dei sacrifici sostenuti dal padre Caduto durante il Secondo conflitto mondiale. La toccante cerimonia si è svolta presso la sala consiliare del Comune di Terlizzi alla presenza del Sindaco, dott. Ninni Gemmato, dell’Onorevole Gero Grassi, delle associazioni combattentistiche e d’arma e di una folta rappresentanza della cittadinanza. Il militare Domenico Oreste risulta disperso dal 29 marzo del 1942 nel mar Ionio a causa dell’affondamento del Piroscafo Galilea. La nave, salpata da Patrasso e diretta a Bari, riportava in Patria gli alpini del Battaglione Gemona ed un nucleo di scorta dei reali Carabinieri di cui l’Oreste faceva parte. Nella tragedia a fronte di 1329 imbarcati persero la vita 1050 uomini, in pratica l’intero battaglione Alpino, tra i superstiti il sergente Giovanni Bergoglio cugino di secondo grado di Papa Francesco. La storia di Domenico Oreste è una di “quelle piccole storie di paese che fanno grande la storia di Italia” come scrive l’On. Grassi nel libro dedicato al Caduto terlizzese e all’affondamento della nave Galilea.






Nessun commento