Ultim'Ora

Estero. Camion travolge la folla a Stoccolma, quattro morti

4 morti a Stoccolma per attentato. (foto Agi) ndr.

di Redazione

STOCCOLMA (SVE), 8 APR. (AGI) - Un camion ha investito alcuni passanti a Stoccolma intorno alle 15 di venerdì, nei pressi di un centro commerciale all'incrocio con la strada pedonale più frequentata della capitale svedese. Quattro i morti e quindici i feriti, di cui nove versano in gravi condizioni. Le forze dell'ordine hanno arrestato un uomo con l'accusa di 'omicidio con carattere terroristico': "sospettiamo che sia l'autore" dell'attentato, ha affermato il portavoce della polizia, Lars Bystrom. Secondo il quotidiano Aftonbladet, l'uomo è un uzbeko, 39enne padre di quattro figli, che aveva manifestato sul web simpatie per i sanguinari jihadisti del Califfato. Ma non è chiaro il suo livello di coinvolgimento. E' stato fermato nel quartiere di Marsta, alla periferia di Stoccolma, nella tarda serata di venerdì perché si comportava in maniera anomala. Le forze dell'ordine hanno fermato anche una seconda persona a Hjulsta, periferia della capitale. Secondo i media, tra i due uomini c'è un collegamento. La dinamica dell'attentato ricorda quella di precedenti attacchi jihadisti compiuti scagliando un mezzo sulla folla a tutta velocità, dalla strage di Nizza a quella di Berlino, fino al recente attentato di Westminster. Il bilancio provvisorio è di 4 morti e 15 feriti, nove dei quali in gravi condizioni. Il camion è piombato su un gruppo di persone per poi schiantarsi sul muro esterno di un centro commerciale nella piazza Ahlens Mall in Klarabergsgatan. L'attentatore aveva un passamontagna ed è fuggito dopo lo schianto, affermano alcuni testimoni. E' ancora ricercato. Smentite le indiscrezioni dell'Aftonbladet, secondo il quale il responsabile era stato arrestato e aveva confessato. La polizia ha fermato un uomo con l'accusa di "omicidio con carattere terroristico" in relazione all'attentato. Si tratta del ricercato la cui immagine era stata diffusa dalle forze dell'ordine, sul quale non è stata data alcuna informazione. L'attentatore, aggiunge la polizia, è ancora in fuga. L'autore dell'attacco aveva rubato il camion mentre il conducente stava effettuando una consegna in un ristorante. L'uomo era stato investito mentre tentava di impedire il furto ma non sarebbe grave. Il camion era di proprietà del birrificio svedese Spendrups, che ha confermato il furto. La radio pubblica aveva riferito che erano stati sentiti spari nella zona dell'attentato subito dopo l'incidente. La polizia svedese non ha però confermato. Per il premier Stefan Lofven "la Svezia è sotto attacco". Il capo del governo non ha dubbi:"E' terrorismo". E' stata rafforzata la sorveglianza alle frontiere svedesi. Le sedi del parlamento e del governo e il palazzo reale sono stati circondati dalla polizia a Stoccolma per precauzione, dopo "l'attentato" messo a segno nel centro della città. La polizia ha invitato gli abitanti della città a non avvicinarsi al centro. La metropolitana è stata chiusa e la stazione centrale evacuata. Serrati anche cinema e teatri. Fermi i treni da e per la capitale. Molta gente è rimasta chiusa nei negozi per poi avviarsi verso casa a piedi nel pomeriggio. Il funzionamento dei trasporti pubblici è poi tornato alla normalità in serata. L'area del massacro è la stessa dove nel 2010 si verificò il primo attentato della storia svedese. Un kamikaze iracheno aveva detonato due autobombe, ferendo due persone.





Nessun commento